-

Locazione: la diminuzione di godimento del bene non legittima la sospensione del pagamento del canone

Con la sentenza n. 11783 del 12.05.2017 la Corte di Cassazione, nel richiamare un principio consolidato, ha affermato che in caso di locazione la sospensione totale dell'adempimento dell'obbligazione del conduttore è legittima soltanto qualora venga completamente a mancare la controprestazione da parte del locatore, costituendo altrimenti un'alterazione del sinallagma contrattuale che determina uno squilibrio tra le prestazioni delle parti. La Suprema Corte, richiamato il principio secondo le parti non possono prescindere per l’intera durata del rapporto contrattuale dall'osservanza dei canoni di correttezza e buona fede, ha ritenuto che ove il conduttore continui a godere dell'immobile, pur in presenza di vizi, non è legittima la sospensione del pagamento del canone in quanto tale comportamento non è proporzionale all'inadempimento del locatore ed è contrario a correttezza e buona fede.

Allegati:
FileDescrizioneDimensione del File
Scarica questo file (Cass. Civ., 12.05.2017, n. 11783.odt)Cass. Civ., 12.05.2017, n. 11783.odt 9 kB
Menu
Menu