Con la sentenza n. 23978 del 24/11/2015 la Corte di Cassazione ha asserito come gli zii non possano essere assimilabili agli ascendenti ai fini del mantenimento del nipote non economicamente sufficiente. L’art. 148 del cod. civ., nel richiamo all’art. 316 bis che attribuisce agli “ascendenti" dei genitori del figlio da mantenere l’obbligo di fornire i mezzi necessari affinché possano adempiere ai loro doveri nei confronti dei figli, non può che riferirsi solo ai nonni del figlio da mantenere, escludendo categoricamente da questa categoria gli zii. Costoro non sono, infatti, parenti in linea diretta - ai quali soltanto si attaglia il termine “ascendenti”, giacché trattasi di persone di cui l’una discende dall’altra - bensì in linea collaterale, in quanto, in relazione al nipote, pur avendo uno stipite comune, non discendono l’uno dall’altro (art. 75 cod. civ.). 

Allegati:
FileDescrizioneDimensione del File
Scarica questo file (SENTENZA 23978:2015.pdf)SENTENZA 23978:2015.pdf 44 kB