Con la sentenza n. 365 del 24 aprile 2019 il T.A.R. Liguria ha specificato come l’art. 25, comma 1, dell’ordinanza ministeriale n. 350/2018, nel disporre l’obbligo in capo alla commissione di verbalizzare tutte le attività che caratterizzano lo svolgimento dell’esame di maturità nonché l’andamento e le risultanze delle operazioni riferite a ciascun candidato, sia necessario indicare gli argomenti affrontati nel corso della prova orale nonché i risultati del colloquio, sia pure in forma sintetica.

Questo implica che per una corretta e non sindacabile motivazione della bocciatura non sia possibile compilare la scheda individuale dello studente solamente con indicazione dei “crediti” maturati dal candidato e non anche delle previsioni relative agli argomenti trattati nel corso della prova orale e ai risultati del colloquio. 

Allegati:
FileDescrizioneDimensione del File
Scarica questo file (sentenza tar liguria aprile 2019.pdf)sentenza tar liguria aprile 2019.pdf 60 kB