La Corte di Cassazione a Sezioni Unite, con sentenza 8-10 giugno 2010, n. 14893, ha enunciato il principio sulla base del quale le valutazioni tecniche delle commissioni esaminatrici dei concorsi pubblici possono essere soggette al sindacato giurisdizionale del giudice amministrativo per l'ipotesi in cui risultino affette da illogicità manifesta o travisamento del fatto o irragionevolezza evidente o grave.