-

Filtro: 2013

Deposito: sorge l'obbligo di custodia solo allorché il depositario abbia ricevuto in consegna il bene
data pubb.: 19-07-2013

Articolo letto: 2377
Con la sentenza del 13.02.2013, n. 3566 la Corte di Cassazione ha precisato che gli artt. 1766 e 1768 c.c. dettati in materia di deposito non stabiliscono quale sia il momento o la modalità perfezionativa della consegna, dopo la quale il depositario è tenuto alla custodia sottolineando, tuttavia, che perchè la cosa possa dirsi "ricevuta in... Leggi tutto...


Diritto agrario: sullo stesso fondo può essere esercitato il diritto di prelazione da parte di più confinanti
data pubb.: 18-07-2013

Articolo letto: 2346
Con la sentenza del 12.02.2013, n. 3292 la Corte di Cassazione ha ribadito il principio secondo cui l'esercizio del diritto di prelazione da parte di più coltivatori diretti confinanti è disciplinato dall’art. 7, comma II, della Legge 14.08.1971, n. 817: tale norma (che prevede il diritto di prelazione a favore del coltivatore diretto... Leggi tutto...


Risarcimento danni: il danneggiato deve provare che la ridotta capacità lavorativa abbia comportato un effettivo pregiudizio patrimoniale
data pubb.: 17-07-2013

Articolo letto: 2454
Con la sentenza del 12.02.2013, n. 3290 la Corte di Cassazione ha richiamato il principio secondo cui nel nostro ordinamento non esiste l'autonoma categoria del danno "esistenziale" in quanto, ove in essa si ricomprendano i pregiudizi che scaturiscono dalla lesione di interessi di rango costituzionale della persona, ovvero derivanti da... Leggi tutto...


Divisione ereditaria: ciascun coerede può rinunciare a chiedere la sua parte di beni in natura ed essere soddisfatto in denaro
data pubb.: 16-07-2013

Articolo letto: 3293
Con la sentenza del 12.02.2013, n. 3461 la Corte di Cassazione ha precisato che l'art. 718 c.c. che stabilisce che ciascun coerede può chiedere la sua parte in natura dei beni mobili e immobili dell'eredità viene comunemente considerata come derogabile tutelando un interesse patrimoniale di ordine strettamente privato. La Suprema Corte ha,... Leggi tutto...


Lavoro: la Cassazione stabilisce i requisiti per ravvisare il collegamento economico-funzionale tra imprese gestite da società del medesimo gruppo
data pubb.: 15-07-2013

Articolo letto: 3150
Con la sentenza del 12.02.2013, n. 3482 la Corte di Cassazione ha affermato che il collegamento economico - funzionale tra imprese gestite da società del medesimo gruppo non è di per sé solo sufficiente a far ritenere che gli obblighi inerenti ad un rapporto di lavoro subordinato, formalmente intercorso fra un lavoratore ed una di esse, si... Leggi tutto...


Divorzio: l'assegno di divorzio presuppone che il coniuge richiedente non abbia mezzi economici idonei a conservare il tenore di vita goduto in costanza di matrimonio
data pubb.: 10-07-2013

Articolo letto: 1734
Con la sentenza del 12.02.2013, n. 3398 la Corte di Cassazione ha ribadito il principio secondo cui ai fini dell'attribuzione dell'assegno di divorzio deve essere accertata l'impossibilità oggettiva del coniuge richiedente di procurarsi mezzi economici idonei a conservare tendenzialmente il medesimo tenore di vita goduto durante il matrimonio. La... Leggi tutto...


Lavoro: il repechage del dirigente licenziato è incompatibile con la posizione dirigenziale
data pubb.: 09-07-2013

Articolo letto: 2271
Con la sentenza dell'11.02.2013, n. 3175 la Corte di Cassazione ha ribadito il principio secondo cui l'eventualità di repechage di un dirigente licenziato per esigenze di ristrutturazione aziendale è inconciliabile con la stessa posizione dirigenziale del lavoratore. Tale posizione secondo la Suprema Corte giustifica la libera recedibilità del... Leggi tutto...


Lavoro: la segnalazione del dipendente all'Autorità Giudiziaria di fatti penalmente rilevanti accaduti sul luogo di lavoro non costituisce giusta causa di licenziamento
data pubb.: 01-07-2013

Articolo letto: 1885
Con la sentenza del 14.03.2013 n. 6501 la Corte di Cassazione ha precisato che non integra giusta causa o giustificato motivo di licenziamento l'avere il dipendente reso noto all'Autorità Giudiziaria fatti di potenziale rilevanza penale accaduti presso l'azienda in cui lavora, nè l'averlo fatto senza averne previamente informato i superiori... Leggi tutto...


Proprietà fondiaria: esclusione della responsabilità del committente per danni derivanti dall'operato dell'appaltatore
data pubb.: 28-06-2013

Articolo letto: 2508
Con la sentenza del 13.03.2013 n. 6296 la Corte di Cassazione ha affermato che la responsabilità del proprietario di un fondo ex art. 840 c.c. per i danni derivanti da attività di escavazione compiute nel fondo medesimo non opera in senso oggettivo ma richiede una sua condotta colposa, con la conseguenza che, nell'ipotesi in cui i lavori di... Leggi tutto...


Interpretazione del contratto: ai fini della conservazione del contratto l'accordo tra le parti sugli elementi negoziali deve risultare effettivo e reale
data pubb.: 27-06-2013

Articolo letto: 1714
Con la sentenza del 12.03.2013 n. 6116 la Corte di Cassazione ha precisato che, in materia di interpretazione contrattuale, l'esigenza di conservazione del contratto presuppone una verifica giudiziale, sia di mero fatto sia in applicazione dei generali criteri ermeneutici, in ordine alla effettiva e reale volontà delle parti con la conseguenza... Leggi tutto...


Prelazione agraria: il preliminare di compravendita si risolve soltanto nel momento in cui il prelazionario paga il corrispettivo richiesto per la compravendita
data pubb.: 26-06-2013

Articolo letto: 5310
Con la sentenza del 12.03.2013 n. 6120 la Corte di Cassazione ha affermato che il contratto preliminare di vendita di fondo agricolo sottoposto alla condizione risolutiva dell'esercizio del diritto di prelazione da parte dell'affittuario coltivatore diretto si scioglie quando il prelazionario paga il corrispettivo richiesto nel termine legale di... Leggi tutto...


Società a responsabilità limitata: a seguito dell'estinzione le obbligazioni sociali si trasferiscono in capo ai soci
data pubb.: 21-06-2013

Articolo letto: 1716
Con la sentenza del 12.03.2013 n. 6071 la Corte di Cassazione ha precisato che, in tema di estinzione di una società a responsabilità limitata, qualora all'estinzione della società, conseguente alla sua cancellazione dal Registro delle Imprese, non corrisponda il venir meno di ogni rapporto giuridico facente capo alla società estinta si determina... Leggi tutto...


Servitù di passaggio: è possibile la costituzione a favore di un fondo non intercluso solo per specifiche esigenze dell'agricoltura o dell'industria
data pubb.: 20-06-2013

Articolo letto: 2085
Con la sentenza del 07.03.2013 n. 5765 la Corte di Cassazione ha ribadito, a conferma del proprio consolidato orientamento, che la costituzione coattiva di una servitù di passaggio ai sensi dell'art. 1052 c.c. a favore di un fondo non intercluso postula la rispondenza della relativa domanda alle esigenze dell'agricoltura o dell'industria. La... Leggi tutto...


Fondo patrimoniale: l'esecuzione forzata sui beni in esso conferiti non può essere proposta per debiti che il creditore conosceva essere stati contratti per scopi estranei ai bisogni della famiglia
data pubb.: 18-06-2013

Articolo letto: 1549
Con la sentenza del 05.03.2013 n. 5385 la Corte di Cassazione ha affermato che qualora il coniuge che ha costituito un fondo patrimoniale conferendovi un suo bene agisca contro un suo creditore chiedendo che, in ragione dell'appartenenza del bene al fondo, venga dichiarata, ai sensi e per gli effetti dell'art. 170 c.c., l'illegittimità... Leggi tutto...


Licenziamento: l'inidoneità fisica non costituisce causa di estinzione automatica del rapporto di lavoro
data pubb.: 07-06-2013

Articolo letto: 1721
Con la sentenza dell'11.02.2013, n. 3181 la Corte di Cassazione ha affermato che l'inidoneità fisica, quale evento successivo ad un licenziamento già intimato, non potrebbe costituire ex post ragione giustificatrice di tale atto, né causa di estinzione automatica del rapporto di lavoro, occorrendo una nuova manifestazione di volontà datoriale che... Leggi tutto...


Servitù: se sono costituite per contratto l'estensione e le modalità di esercizio devono essere desunte dal titolo
data pubb.: 06-06-2013

Articolo letto: 1820
Con la sentenza dell'08.02.2013, n. 3132 la Corte di Cassazione ha ribadito il principio secondo cui l'estensione e le modalità di esercizio delle servitù costituite per contratto devono essere desunte dal titolo e solo in caso di formulazione equivoca o insufficiente è possibile fare ricorso al comportamento complessivo delle parti per la... Leggi tutto...


Diritto agrario: il venditore del fondo non è litisconsorte necessario nel giudizio di riscatto agrario
data pubb.: 05-06-2013

Articolo letto: 2938
Con la sentenza del 05.02.2013, n. 2653 la Corte di Cassazione ha ribadito il principio secondo cui nel giudizio di riscatto agrario sono parti necessarie il retraente ed il terzo acquirente, mentre non occorre che al giudizio partecipi il venditore del fondo, il quale non riveste la qualità di litisconsorte necessario. Con la sentenza in oggetto... Leggi tutto...


Procedura civile: la querela di falso può investire anche una sentenza
data pubb.: 04-06-2013

Articolo letto: 3572
Con la sentenza del 05.02.2013, n. 2637 la Corte di Cassazione ha affermato che la querela di falso ha lo scopo di privare un documento dell'efficacia probatoria qualificata che gli è attribuita dalla legge: in quanto tale, essa ben può investire anche una sentenza, purché attenga a ciò di cui la sentenza stessa fa fede quale atto pubblico, cioè... Leggi tutto...


Responsabilità da cosa in custodia: grava sul danneggiato l'onere di provare il nesso causale fra la cosa in custodia ed il danno subito
data pubb.: 03-06-2013

Articolo letto: 2342
Con la sentenza del 05.02.2103, n. 2660 la Corte di Cassazione ha stabilito che anche in tema di responsabilità ai sensi dell'art. 2051 cod. civ. il danneggiato è tenuto a fornire la prova del nesso causale fra la cosa in custodia e il danno che egli ha subito (oltre che dell'esistenza del rapporto di custodia) e solo dopo che egli abbia offerto... Leggi tutto...


Obbligazioni: quando il debitore non dichiara quale debito intende soddisfare, la scelta spetta al creditore
data pubb.: 31-05-2013

Articolo letto: 1779
Con la sentenza del 05.02.2013, n. 2672, la Corte di Cassazione ha ribadito che in tema di imputazione del pagamento, quando il debitore non si avvalga della facoltà di dichiarare quale debito intenda soddisfare, la scelta, come desumibile dall'art. 1195 cod. civ., spetta al creditore il quale, nello stesso documento di quietanza, può dichiarare... Leggi tutto...


Condominio: è illecito trasformare il tetto condominiale per adibirlo a terrazza ad uso esclusivo di un condomino
data pubb.: 30-05-2013

Articolo letto: 1786
Con la sentenza del 04.02.2013, n. 2500 la Corte di Cassazione ha richiamato l'orientamento giurisprudenziale secondo cui qualora il proprietario dell'ultimo piano di un edificio condominiale provveda a modificare una parte del tetto condominiale trasformandola in terrazza a proprio uso esclusivo, tale modifica è da ritenere illecita non potendo... Leggi tutto...


Contratto preliminare: è valido ed efficace anche se le parti si sono accordate solo sugli elementi essenziali
data pubb.: 29-05-2013

Articolo letto: 1717
Con la sentenza del 01.02.2013, n. 2473 la Corte di Cassazione ha ribadito il principio secondo cui ai fini della validità del contratto preliminare non è indispensabile la completa e dettagliata indicazione di tutti gli elementi del futuro contratto, risultando per converso sufficiente l'accordo delle parti sugli elementi essenziali. In... Leggi tutto...


Pubblico impiego: si applicano le norme sul trasferimento d'azienda anche nel caso di semplice mutamento dell'attività svolta dall'Ente Pubblico
data pubb.: 28-05-2013

Articolo letto: 1753
Con la sentenza del 31.01.2013, n. 2281 la Corte di Cassazione ha chiarito che i termini di “trasferimento o conferimento di attività” utilizzati dall'art. 31 del D.Lgs. n. 165 del 2001, ai fini dell'applicazione dell'art. 2112 cod. civ., esprimono, attraverso la loro ampia valenza semantica, la volontà del legislatore di comprendere nello... Leggi tutto...


Lavoro: incombe sul lavoratore che abbia subito un danno alla salute l'onere di provare l'esistenza di tale danno
data pubb.: 28-05-2013

Articolo letto: 1701
Con la sentenza del 29.01.2013, n. 2038 la Corte di Cassazione ha precisato che l'art. 2087 cod. civ. non configura un'ipotesi di responsabilità oggettiva, in quanto la responsabilità del datore di lavoro va collegata alla violazione degli obblighi di comportamento imposti da norme di legge o suggeriti dalle conoscenze sperimentali o tecniche del... Leggi tutto...


Condominio: le norme del regolamento contrattuale possono legittimamente derogare o integrare la disciplina legale
data pubb.: 24-05-2013

Articolo letto: 1869
Con la sentenza del 24.01.2013, n. 1748 la Corte di Cassazione ha ribadito che in materia di condominio, l'autonomia privata consente alle parti di stipulare convenzioni che pongano limitazioni, nell'interesse comune, ai diritti dei condomini, sia relativamente alle parti comuni, sia riguardo al contenuto del diritto dominicale sulle parti di... Leggi tutto...


Lavoro: se l'imprenditore non adotta tutte le misure necessarie a tutelare l'integrità fisica del dipendente, quest'ultimo può astenersi dall’eseguire le prestazioni pericolose
data pubb.: 24-05-2013

Articolo letto: 1492
Con la sentenza del 22.01.2013, n. 1478 la Corte di Cassazione ha richiamato il principio secondo cui la responsabilità dell'imprenditore ex art. 2087 c.c., pur non configurando una ipotesi di responsabilità oggettiva, non è circoscritta alla violazione di regole di esperienza o di regole tecniche preesistenti e collaudate ma deve ritenersi volta... Leggi tutto...


Consulenza tecnica d'ufficio: non è ammissibile se richiesta per ricercare e indicare documenti che si trovano nella disponibilità delle parti
data pubb.: 20-05-2013

Articolo letto: 2540
Con la sentenza del 18.01.2013, n. 1266 la Corte di Cassazione ha richiamato il consolidato orientamento giurisprudenziale secondo cui la consulenza tecnica d'ufficio costituisce un mezzo di ausilio per il giudice, volto alla più approfondita conoscenza dei fatti già provati dalle parti, la cui interpretazione richiede nozioni... Leggi tutto...


Ingiunzione: ove il debitore contesti l'inefficacia del decreto ingiuntivo il giudice ha il potere-dovere di decidere anche sulla fondatezza della pretesa avanzata dal creditore
data pubb.: 17-05-2013

Articolo letto: 1839
Con la sentenza del 16.01.2013, n. 951 la Corte di Cassazione ha ribadito il principio secondo cui la notifica del decreto ingiuntivo oltre il termine di 60 giorni dalla pronuncia comporta, ai sensi dell'art. 644 c.p.c., l'inefficacia del provvedimento (con la conseguenza che viene rimossa l'intimazione di pagamento con essa espressa e non... Leggi tutto...


Lavoro: la nozione di “retribuzione di fatto” comprende ogni elemento erogato in modo non occasionale al lavoratore
data pubb.: 17-05-2013

Articolo letto: 24005
Con la sentenza del 15.01.2013, n. 813 la Corte di Cassazione ha precisato che ove sussista un richiamo della contrattazione collettiva alla nozione di "retribuzione di fatto" si deve ritenere che le parti sociali abbiano inteso estendere la nozione di retribuzione per comprendervi ogni elemento erogato in modo non occasionale ma continuativo,... Leggi tutto...


Responsabilità precontrattuale: la Pubblica Amministrazione è responsabile quando nelle trattative con i terzi, ha violato i principi della correttezza e della buonafede
data pubb.: 16-05-2013

Articolo letto: 1951
Con la sentenza del 10.01.2013, n. 477 la Corte di Cassazione ha ribadito che affinché possa ritenersi integrata la responsabilità precontrattuale, è necessario che : a) tra le parti siano in corso trattative; b) che le trattative siano giunte ad uno stadio idoneo a far sorgere nella parte che invoca l'altrui responsabilità il ragionevole... Leggi tutto...


Distanze legali: anche la luce irregolare soggiace alle previsioni normative di cui agli artt. 901 e 902 del codice civile
data pubb.: 16-05-2013

Articolo letto: 2469
Con la sentenza del 10.01.2013, n. 512 la Corte di Cassazione ha ribadito il principio secondo cui l'apertura non avente i caratteri di veduta o di prospetto è considerata come luce allorché non consenta di affacciarsi e guardare sul fondo vicino e ciò anche qualora non sia conforme alle prescrizioni di cui all'art. 901 cod. civ. La Suprema Corte... Leggi tutto...


Contratto: in tema di interpretazione del contratto il giudice può ricorrere ai criteri sussidiari solo ove sia impossibile l'interpretazione letterale
data pubb.: 14-05-2013

Articolo letto: 2197
Con la sentenza del 10.01.2013, n. 482 la Corte di Cassazione ha ribadito il principio secondo cui in tema di interpretazione del contratto il giudice di merito, nel rispetto degli artt. 1362 e 1363 cod. civ., per individuare quale sia stata la comune intenzione delle parti deve preliminarmente procedere all'interpretazione letterale dell'atto... Leggi tutto...


Vendita: anche se viene ridotta la garanzia per evizione, il venditore è tenuto a restituire il prezzo e a rimborsare le spese accessorie alla stipula dell'atto
data pubb.: 14-05-2013

Articolo letto: 1638
Con la sentenza del 09.01.2013, n. 314 la Corte di Cassazione ha affermato che nel caso in cui nel contratto di compravendita sia stata convenzionalmente modificata la portata della garanzia per evizione, escludendosi che il venditore sia tenuto a corrispondere indennizzi di qualsiasi sorta, il contratto de quo mantiene il suo carattere... Leggi tutto...


Pubblico impiego: l'assoluzione o proscioglimento “perché il fatto non costituisce illecito penale” non esclude il procedimento disciplinare e l'eventuale licenziamento
data pubb.: 03-05-2013

Articolo letto: 1817
Con la sentenza dell'08.01.2013, n. 206 la Corte di Cassazione ha precisato che, in materia di pubblico impiego, mentre l'assoluzione o proscioglimento con la formula "perchè il fatto non sussiste" o "perchè l'imputato non lo ha commesso", presupponendo un accertamento che esclude in radice la configurabilità di ogni responsabilità del soggetto... Leggi tutto...


Condominio: sono parzialmente ripetibili le spese sostenute dal condomino in caso di noncuranza degli altri
data pubb.: 30-04-2013

Articolo letto: 2078
Con la sentenza dell'08.01.2013, n. 253 la Corte di Cassazione ha confermato il principio secondo cui la ripetibilità delle spese sostenute dal singolo partecipante alla comunione, in caso di noncuranza degli altri, è consentita limitatamente a quelle necessarie alla conservazione della cosa ossia al mantenimento della sua integrità, in modo che... Leggi tutto...


Lavoro: la risoluzione del patto di non concorrenza rimessa all'arbitrio del datore di lavoro concreta una clausola nulla
data pubb.: 30-04-2013

Articolo letto: 2363
Con la sentenza dell'08.01.2013, n. 212 la Corte di Cassazione ha ribadito che la risoluzione del patto di non concorrenza rimessa all'arbitrio del datore di lavoro concreta una clausola nulla per contrasto con norme imperative. La Suprema Corte ha chiarito che se è vero che la possibilità di "rinuncia" al patto da parte del datore di lavoro è da... Leggi tutto...


Famiglia: se la famiglia non è in grado di prestare le cure necessarie il minore deve essere dato in adozione
data pubb.: 29-04-2013

Articolo letto: 1785
Con la sentenza dell'08.01.2013, n. 232 la Corte di Cassazione ha affermato che il principio ispiratore della disciplina dell'adozione, secondo cui il minore ha diritto di essere educato nella propria famiglia di origine, incontra i suoi limiti laddove questa non sia in grado di prestare, in via non transitoria, le cure necessarie né di... Leggi tutto...


Contratti: per valutare la comune intenzione delle parti occorre verificare il loro comportamento complessivo
data pubb.: 29-04-2013

Articolo letto: 1733
Con la sentenza del 04.01.2013, n. 110 la Corte di Cassazione ha confermato l'intendimento in virtù del quale nell'interpretare il contratto si deve indagare quale sia stata la comune intenzione delle parti e non limitarsi al senso letterale delle parole, ribadendo che per determinare la comune intenzione delle parti, si deve valutare il loro... Leggi tutto...


Spese di giudizio: la soccombenza reciproca e la compensazione parziale o totale
data pubb.: 24-04-2013

Articolo letto: 5709
Con la sentenza del 04.01.2013, n. 134 la Corte di Cassazione ha ribadito il principio secondo cui la soccombenza reciproca, che consente la compensazione parziale o totale tra le parti delle spese processuali, sottende una delle seguenti ipotesi: a) una pluralità di domande contrapposte, accolte o rigettate e che si siano trovate in cumulo nel... Leggi tutto...


Lavoro: è possibile comminare un secondo licenziamento purché sia addotto dal datore di lavoro un motivo diverso e sopravvenuto
data pubb.: 24-04-2013

Articolo letto: 1824
Con la sentenza del 04.01.2013, n. 106 la Corte di Cassazione ha chiarito che ove il datore di lavoro comunichi il proprio recesso comminando un licenziamento, il rapporto deve considerarsi risolto fino a quando, ove si verta in regime di tutela reale, non intervenga una pronuncia di reintegrazione nel posto di lavoro L. n. 300 del 1970, ex art.... Leggi tutto...


Lavoro: l'assenza ingiustificata è causa di licenziamento disciplinare solo se prevista dal Contratto Collettivo di riferimento
data pubb.: 24-04-2013

Articolo letto: 1890
Con la sentenza del 04.01.2013, n. 106 la Corte di Cassazione ha affermato che è legittimo il licenziamento disciplinare comminato a seguito di assenza ingiustificata solo se e nella misura in cui il CCNL di riferimento preveda tale ipotesi. La Suprema Corte ha, altresì, chiarito che il giudice è tenuto a verificare sempre in caso di... Leggi tutto...


Condominio: le spese per la manutenzione delle opere e dei manufatti che lo preservano dagli agenti atmosferici e dalle infiltrazioni sono a carico di tutti i condomini
data pubb.: 23-04-2013

Articolo letto: 1600
Con la sentenza del 03.01.2013, n. 64 la Corte di Cassazione ha ribadito che in tema di condominio le parti dell'edificio (muri e tetti) ovvero le opere ed i manufatti (fognature, canali di scarico e simili) deputati a preservare l'edificio condominiale dagli agenti atmosferici e dalle infiltrazioni d'acqua, piovana o sotterranea, rientrano, per... Leggi tutto...


Spese di lite: il soccombente può essere condannato a rimborsare a controparte anche le spese sostenute per la consulenza tecnica di parte.
data pubb.: 23-04-2013

Articolo letto: 1977
Con la sentenza del 03.01.2013, n. 84 la Corte di Cassazione ha affermato che le spese sostenute per la consulenza tecnica di parte, che ha natura di allegazione difensiva tecnica, rientrano tra quelle che la parte vittoriosa ha diritto di vedersi rimborsate, a meno che il giudice non si avvalga, ai sensi dell'art. 92 c.p.c., comma I, della... Leggi tutto...


Appalto: anche le infiltrazioni di acqua e umidità possono dare luogo ai gravi difetti di costruzione di cui all'art. 1669 c.c.
data pubb.: 23-04-2013

Articolo letto: 2081
Con la sentenza del 03.01.2013, n. 84 la Corte di Cassazione ha affermato il principio secondo cui i gravi difetti di costruzione che danno luogo alla garanzia prevista dall'art. 1669 cod. civ., possono consistere in quelle alterazioni che, pur riguardando direttamente una parte dell'opera, incidono sulla struttura e funzionalità globale,... Leggi tutto...


Distanze legali: rientra nella nozione di “costruzione” qualsiasi opera avente i caratteri della solidità, stabilità e immobilizzazione
data pubb.: 19-04-2013

Articolo letto: 1658
Con la sentenza del 03.01.2013, n. 72 la Corte di Cassazione ha ribadito che, ai fini dell'osservanza delle norme in materia di distanze legali stabilite dall'art. 873 c.c. e segg., e delle norme dei regolamenti integrativi della disciplina codicistica, deve ritenersi "costruzione" qualsiasi opera non completamente interrata, avente i caratteri... Leggi tutto...


Licenziamento per giustificato motivo oggettivo: il datore di lavoro deve provare l'impossibilità di adibire il dipendente ad altre mansioni
data pubb.: 19-04-2013

Articolo letto: 1974
Con la sentenza del 02.01.2013, n. 6 la Corte di Cassazione, richiamato l'art. 5 della L. n. 604 del 1966 che pone a carico del datore di lavoro l'onere di provare la sussistenza del giustificato motivo di licenziamento, ha ribadito come sia ormai consolidato il principio secondo cui in capo al datore di lavoro incomba, altresì, l'onere di... Leggi tutto...


Separazione dei coniugi: l'infedeltà è causa di addebito salvo che non vi sia nesso causale tra infedeltà e crisi coniugale
data pubb.: 02-04-2013

Articolo letto: 1703
Con la sentenza del 23.10.2012 n. 17185 la Corte di Cassazione ha ribadito, a conferma del proprio consolidato orientamento, che pur non potendosi fondare la pronuncia di addebito sulla mera violazione dei doveri che l'art. 143 c.c. pone a carico dei coniugi è necessario accertare se tale violazione abbia assunto efficacia causale nella... Leggi tutto...


Processo civile: la valutazione delle prove testimoniali è riservata al Giudice di merito
data pubb.: 29-03-2013

Articolo letto: 7769
Con la sentenza del 23.10.2012 n. 18175 la Corte di Cassazione ha affermato che la valutazione delle prove testimoniali ed il giudizio sull'attendibilità dei testi e sulla loro credibilità involgono apprezzamenti di fatto riservati al Giudice del merito, il quale, nel porre a fondamento della propria decisione una fonte di prova con esclusione... Leggi tutto...


Locazione: valido il recesso del conduttore prima del termine pattuito tra le parti o fissato dalla legge
data pubb.: 26-03-2013

Articolo letto: 2082
Con la sentenza del 23.10.2012 n. 18167 la Corte di Cassazione ha affermato che qualora le parti abbiano previsto ai sensi dell'art. 27 della Legge n. 392/1978 la facoltà per il conduttore di recedere in qualsiasi momento dal contratto dandone avviso al locatore mediante lettera raccomandata almeno sei mesi prima della data in cui il recesso deve... Leggi tutto...


Processo civile: ai fini della sospensione necessaria del processo il rapporto di pregiudizialità tra le due cause deve essere concreto ed attuale
data pubb.: 25-03-2013

Articolo letto: 2097
Con la sentenza del 19.10.2012 n. 18026 la Corte di Cassazione ha affermato che la sospensione necessaria del processo di cui all'art. 295 c.p.c. presuppone che il rapporto di pregiudizialità tra le due cause di cui si tratta sia non solo concreto ma anche attuale, nel senso che la causa ritenuta pregiudiziale sia tuttora pendente, non avendo... Leggi tutto...


Appalto: il termine annuale per la denuncia dei difetti decorre da quando il committente consegue un apprezzabile grado di conoscenza oggettiva degli stessi
data pubb.: 20-03-2013

Articolo letto: 1785
Con la sentenza del 19.10.2012 n. 18078 la Corte di Cassazione ha ribadito che ai fini della responsabilità dell'appaltatore per rovina e difetti di cose immobili destinate a lunga durata, l'art. 1669 c.c., oltre a richiedere che i vizi si palesino entro un decennio dal compimento dell'opera stabilisce, al primo comma, un termine annuale di... Leggi tutto...


Successione: l'esperimento dell'azione di riduzione implica accettazione pura e semplice dell'eredità
data pubb.: 14-03-2013

Articolo letto: 2293
Con la sentenza del 19.10.2012 n. 18068 la Corte di Cassazione ha ribadito, a conferma del proprio consolidato orientamento, che la proposizione dell'azione di riduzione, implicando un atto di accettazione tacita, pura e semplice, esclude la configurabilità di una successiva valida accettazione con il beneficio dell'inventario, in quanto... Leggi tutto...


Opposizione al preavviso di fermo: si configura come opposizione a precetto ex art. 615 c.p.c.
data pubb.: 13-03-2013

Articolo letto: 2656
Con la sentenza del 16.10.2012 n. 17749 la Corte di Cassazione ha affermato che l'opposizione al preavviso di fermo finalizzata a far valere i vizi formali della cartella esattoriale, rispetto alla quale il fermo costituisce misura latu sensu cautelare, si configura come opposizione all'esecuzione forzata, sia pure nella sua fase prodromica di... Leggi tutto...


Divisione ereditaria: la morte del retraente determina la successione nel processo dei suoi eredi
data pubb.: 08-03-2013

Articolo letto: 1650
Con la sentenza del 16.10.2012 n. 17673 la Corte di Cassazione ha affermato che, in materia di divisione ereditaria, il principio dell'intrasmissibilità del diritto di prelazione fra coeredi, previsto dall'art. 732 c.c., non impedisce che una volta esercitato il riscatto, con instaurazione del relativo giudizio, la domanda conservi i propri... Leggi tutto...


Pensione di reversibilità: la ripartizione tra ex coniuge e coniuge superstite deve tenere conto soprattutto della durata del rapporto
data pubb.: 08-03-2013

Articolo letto: 1853
Con la sentenza del 15.10.2012 n. 17636 la Corte di Cassazione ha affermato che, in materia di pensione di reversibilità, la ripartizione del trattamento di reversibilità fra ex coniuge e coniuge superstite deve essere fatta tenendo conto, in primis, della durata del rapporto. La Corte di Cassazione ha tuttavia precisato che il criterio... Leggi tutto...


Contratti: anche quelli commutativi possono essere resi aleatori per volontà delle parti
data pubb.: 06-03-2013

Articolo letto: 1940
Con la sentenza del 12.10.2012 n. 17485 la Corte di Cassazione ha ribadito, a conferma del proprio consolidato orientamento, che anche per i contratti cosiddetti commutativi le parti, nel loro potere di autonomia negoziale, possono prefigurarsi la possibilità di sopravvenienze che incidono o possono incidere sull'equilibrio delle prestazioni ed... Leggi tutto...


Leasing finanziario: l'utilizzatore è legittimato ad esercitare in nome proprio le azioni derivanti dal contratto di fornitura
data pubb.: 04-03-2013

Articolo letto: 1736
Con la sentenza del 12.10.2012 n. 17604 la Corte di Cassazione ha affermato che l'operazione di leasing finanziario pur non dando luogo ad un contratto plurilaterale realizza un collegamento negoziale tra il contratto di fornitura ed il contratto di leasing e tale collegamento ha l'effetto giuridico di legittimare l'utilizzatore ad esercitare in... Leggi tutto...


Compenso dell'avvocato: i nuovi parametri si applicano anche nel caso in cui la prestazione sia iniziata prima dell'entrata in vigore del D.M. n. 140/2012
data pubb.: 01-03-2013

Articolo letto: 1454
Con la sentenza del 12.10.2012 n. 17406 le Sezioni Unite della Corte di Cassazione hanno affermato che i parametri fissati dal D.M. n. 140/2012 in materia di compensi degli avvocati hanno efficacia retroattiva, con la conseguenza che gli stessi devono essere applicati anche nel caso in cui la prestazione dell'avvocato sia iniziata prima... Leggi tutto...


Eccezione d'inadempimento: il rifiuto di adempiere la propria prestazione è contrario a buona fede se l'inadempimento della controparte non è grave o è di scarsa importanza
data pubb.: 22-02-2013

Articolo letto: 2676
Con la sentenza del 12.10.2012 n. 17478 la Corte di Cassazione ha ribadito, a conferma del proprio consolidato orientamento, che nei contratti con prestazioni corrispettive qualora una delle parti adduca, a giustificazione del proprio rifiuto di adempiere, l'inadempimento o la mancata offerta di adempimento dell'altra, il Giudice deve procedere... Leggi tutto...


Contratti a termine illegittimi: la successiva stipulazione di un contratto legittimo non estingue il rapporto di lavoro a tempo indeterminato
data pubb.: 21-02-2013

Articolo letto: 1593
Con la sentenza del 11.10.2012 n. 17328 la Corte di Cassazione ha ribadito, a conferma del proprio consolidato orientamento, che in presenza di più contratti a termine illegittimi la successiva stipulazione di un contratto legittimo non estingue il rapporto di lavoro a tempo indeterminato venutosi a creare a seguito dell'illegittimità dei... Leggi tutto...


Azione di arricchimento senza causa: può essere esperita solo quando manchi altra azione a tutela specifica del diritto
data pubb.: 20-02-2013

Articolo letto: 1723
Con la sentenza del 11.10.2012 n. 17317 la Corte di Cassazione ha affermato che l'azione generale di arricchimento ingiustificato costituisce un'azione autonoma, per diversità di petitum e di causa petendi, rispetto alle azioni fondate su un titolo negoziale e ha natura complementare e sussidiaria, potendo essere esercitata solo quando manchi un... Leggi tutto...


Fallimento: il lavoratore creditore di un'impresa sottoposta a procedura concorsuale deve fare valere il suo credito nella fase di formazione e verifica dello stato passivo
data pubb.: 19-02-2013

Articolo letto: 1437
Con la sentenza del 11.10.2012 n. 17327 la Corte di Cassazione ha affermato che il lavoratore creditore di un'impresa in liquidazione coatta amministrativa o in amministrazione straordinaria non può agire giudizialmente prima della definizione della fase amministrativa di formazione e verifica del passivo davanti agli organi di procedura bensì... Leggi tutto...


Contratto preliminare di concessione di godimento di locali: è nullo per indeterminabilità dell'oggetto se mancano la descrizione dei beni, l'indicazione della durata ed il corrispettivo del godimento
data pubb.: 15-02-2013

Articolo letto: 1380
Con la sentenza del 11.10.2012 n. 17324 la Corte di Cassazione ha affermato che è nullo per indeterminabilità dell'oggetto il contratto con cui una parte si impegna a stipulare un futuro contratto di concessione del godimento di locali, indicati genericamente come necessari per lo svolgimento di un'attività, quando sia prospettato, in primo... Leggi tutto...


Locazione: l'acquirente dell'immobile locato subentra nei diritti e negli obblighi derivanti dal contratto di locazione dal momento dell'acquisto
data pubb.: 14-02-2013

Articolo letto: 2461
Con la sentenza del 09.10.2012 n. 17222 la Corte di Cassazione ha affermato che il principio stabilito in materia di locazione dall'art. 1602 c.c., che fissa nel momento dell'acquisto del bene locato il subingresso dell'acquirente nei diritti e negli obblighi derivanti dal contratto di locazione, esclude per implicito che il fenomeno successorio... Leggi tutto...


Comunione derivante da successione per causa di morte: per gli atti di alienazione del fondo comune è necessario il consenso di tutti i partecipanti
data pubb.: 12-02-2013

Articolo letto: 1546
Con la sentenza del 09.10.2012 n. 17216 la Corte di Cassazione ha affermato che l'art. 1108, III comma, c.c., il quale stabilisce che per gli atti di alienazione del fondo comune è necessario il consenso di tutti i partecipanti alla comunione, in quanto espressione di una regola generale, pertinente ad ogni specie di comunione, si applica anche... Leggi tutto...


Responsabilità medica: al medico specializzato è richiesta una maggiore diligenza rispetto a quella richiesta al medico generico
data pubb.: 11-02-2013

Articolo letto: 1627
Con la sentenza del 09.10.2012 n. 17143 la Corte di Cassazione ha affermato che la diligenza esigibile dal medico nell'adempimento della sua prestazione professionale, pur essendo quella qualificata prevista dall'art. 1176, II comma, c.c., non è sempre la medesima bensì varia con il variare del grado di specializzazione di cui sia in possesso il... Leggi tutto...


Risarcimento danni per lesione di un diritto fondamentale: il Giudice deve tenere conto sia delle condizioni personali dell'offeso sia della gravità della lesione
data pubb.: 08-02-2013

Articolo letto: 1431
Con la sentenza del 08.10.2012 n. 17092 la Corte di Cassazione ha affermato che, in materia di risarcimento danni, nell'ipotesi di lesione di un diritto fondamentale della persona, la regola secondo la quale il risarcimento deve ristorare interamente il danno subito impone di tenere conto dell'insieme dei pregiudizi sofferti, ivi compresi quelli... Leggi tutto...


Giudizio di divisione: la contemporanea pendenza del giudizio di filiazione naturale non costituisce un impedimento assoluto ed inderogabile
data pubb.: 06-02-2013

Articolo letto: 1507
Con la sentenza del 05.10.2012 n. 17040 la Corte di Cassazione ha affermato che l'art. 715 c.c., includendo tra i casi di impedimento alla divisione il rapporto di contemporanea pendenza del giudizio di divisione di beni ereditari e del giudizio di filiazione naturale di colui che, in caso di esito favorevole di tale procedimento, sarebbe... Leggi tutto...


Processo civile: le nozioni di comune esperienza devono avere un grado tale di certezza da apparire indubitabili ed incontestabili
data pubb.: 05-02-2013

Articolo letto: 3235
Con la sentenza del 05.10.2012 n. 16959 la Corte di Cassazione ha affermato che l'espressione "nozioni di comune esperienza" di cui all'art. 115 c.p.c. deve essere considerata in senso rigoroso, dovendosi intendere con esse fatti acquisiti alla conoscenza della collettività con un grado di certezza tale da apparire indubitabili ed incontestabili,... Leggi tutto...


Condominio: l'azione dei condomini diretta ad ottenere la riduzione in pristino è soggetta a prescrizione ventennale
data pubb.: 04-02-2013

Articolo letto: 2728
Con la sentenza del 05.10.2012 n. 17035 la Corte di Cassazione ha affermato che il diritto di elevare nuovi piani o nuove fabbriche riconosciuto dall'art. 1127 c.c. in capo al proprietario esclusivo del lastrico solare o dell'ultimo piano dell'edificio trova la sua limitazione nel concorrente diritto degli altri condomini a non vedere... Leggi tutto...


Vendita a corpo: è possibile la riduzione del prezzo solo se l'estensione dell'immobile è stata determinante per la vendita
data pubb.: 31-01-2013

Articolo letto: 3518
Con la sentenza del 05.10.2012 n. 17031 la Corte di Cassazione ha affermato che nell'ipotesi di vendita "a corpo" si può far luogo alla revisione del prezzo, ai sensi dell'art. 1538 c.c., solo quando la considerazione dell'estensione dell'immobile così come enunciata in contratto abbia concorso a determinare il regolamento di interessi... Leggi tutto...


Processo civile: costituisce riassunzione l'atto introduttivo del giudizio recante un chiaro richiamo alle pregresse vicende processuali
data pubb.: 23-01-2013

Articolo letto: 3098
Con la sentenza del 04.10.2012 n. 16924 la Corte di Cassazione ha affermato che, nella fattispecie di incompetenza del Giudice adito e di conseguente fissazione di un termine per la riassunzione della causa, l'atto introduttivo del giudizio proposto dinanzi all'Autorità Giudiziaria competente nei termini all'uopo concessi dal Giudice dichiaratosi... Leggi tutto...


Condominio: la legittimazione passiva dell'amministratore sussiste anche in materia di azioni reali riguardanti le parti comuni dell'immobile
data pubb.: 22-01-2013

Articolo letto: 1677
Con la sentenza del 04.10.2012 n. 16901 la Corte di Cassazione ha affermato che la legittimazione passiva dell'amministratore di condominio a resistere in giudizio, esclusiva o concorrente con quella dei condomini, ai sensi dell'art. 1131, II comma, c.c., non incontra limiti e sussiste anche in ordine alle azioni di natura reale concernenti le... Leggi tutto...


Comodato a tempo indeterminato: il provvedimento di assegnazione della casa familiare è opponibile al comodante
data pubb.: 21-01-2013

Articolo letto: 1610
Con la sentenza del 02.10.2012 n. 16769 la Corte di Cassazione ha affermato che nell'ipotesi in cui un terzo abbia concesso in comodato, in favore di un nucleo familiare già costituito o in corso di formazione, un bene immobile di sua proprietà per essere destinato a casa coniugale, il successivo provvedimento, pronunciato nel corso del giudizio... Leggi tutto...


Divorzio: la determinazione dell'assegno divorzile deve tenere conto del tenore di vita goduto in costanza di matrimonio
data pubb.: 11-01-2013

Articolo letto: 1652
Con la sentenza del 01.10.2012 n. 16661 la Corte di Cassazione ha ribadito, a conferma del proprio consolidato orientamento, che l'accertamento del diritto all'assegno divorzile deve essere effettuato mediante una duplice indagine attinente sia l'an sia il quantum, atteso che il presupposto per la concessione dell'assegno è costituito... Leggi tutto...


Fideiussione: il comportamento contrario a buona fede e correttezza del creditore può essere provato dal garante anche mediante il ricorso a presunzioni
data pubb.: 10-01-2013

Articolo letto: 1838
Con la sentenza del 01.10.2012 n. 16667 la Corte di Cassazione ha affermato il principio di diritto secondo cui, in materia di fideiussione, la circostanza che il creditore abbia tenuto un comportamento contrario al dovere di buona fede e correttezza contrattuale, tale da comportare la possibile liberazione del fideiussore dai propri obblighi di... Leggi tutto...


La riforma del condominio: tutte le principali novità
data pubb.: 08-01-2013

Articolo letto: 1719
In Gazzetta Ufficiale 17 dicembre 2012, n. 293, è stata pubblicata la Legge 11 dicembre 2012 n. 220, recante "Modifiche alla disciplina del condominio negli edifici", che entrerà in vigore il 17 giugno 2013.Le nuove disposizioni normative, che riproducono i principi contenuti in alcune recenti pronunce della Suprema Corte, modificano la... Leggi tutto...


ARCHIVIO

Menu
Menu