-

Filtro: 2012

Professionisti: il criterio preferenziale di determinazione del compenso è quello convenzionale
data pubb.: 14-12-2012

Articolo letto: 1779
Con la sentenza del 18.09.2012, n. 15628 la Corte di Cassazione ha confermato l’intendimento giurisprudenziale secondo cui il compenso per prestazioni professionali deve essere determinato in base alla tariffa ed adeguato all'importanza dell'opera solo nel caso in cui esso non sia stato liberamente pattuito, in quanto l'art. 2233 c.c. pone una... Leggi tutto...


Licenziamento della lavoratrice madre: il datore di lavoro deve pagare le retribuzioni anche in mancanza della richiesta di ripristino del rapporto di lavoro
data pubb.: 14-12-2012

Articolo letto: 1608
Con la sentenza del 18.09.2012, n. 15653 la Corte di Cassazione ha ribadito il principio secondo cui la nullità del licenziamento derivante dalla normativa di tutela delle lavoratrici madri comporta l'obbligo per il datore di lavoro di corrispondere alla dipendente le retribuzioni maturate anche in mancanza di richiesta di ripristino del... Leggi tutto...


Licenziamento illegittimo: se il dipendente ha esercitato il diritto di opzione, il danno da risarcire va commisurato alle retribuzioni che sarebbero maturate fino al giorno del pagamento dell’indennità sostitutiva
data pubb.: 13-12-2012

Articolo letto: 1320
Con la sentenza del 17.09.2012, n. 15519 la Corte di cassazione ha confermato l’intendimento giurisprudenziale in forza del quale il danno da risarcire, ai sensi dell’art. 18 della Legge n. 300 del 1970, in caso di licenziamento illegittimo e di esercizio del diritto di opzione va commisurato alle retribuzioni che sarebbero maturate fino al... Leggi tutto...


Condominio: non è possibile per i condomini costituire servitù meramente personali
data pubb.: 12-12-2012

Articolo letto: 1715
Con la sentenza del 13.09.2012, n. 15334 la Corte di Cassazione ha ribadito il principio secondo cui il nostro sistema giuridico non prevede la facoltà, per i privati, di costituire servitù meramente personali (cosiddette servitù irregolari), intese come limitazioni del diritto di proprietà gravanti su di un fondo a vantaggio non del fondo... Leggi tutto...


Condominio: l’utilizzo di un’area condominiale a fini di parcheggio non è tutelabile con l’azione di reintegrazione del possesso
data pubb.: 12-12-2012

Articolo letto: 1792
Con la sentenza del 13.09.2012, n. 15334 la Corte di Cassazione ha ribadito il principio secondo cui l'utilizzazione da parte dei condomini di uno stabile di un'area condominiale ai fini di parcheggio, non è tutelabile con l'azione di reintegrazione del possesso di servitù nei confronti di colui che l'abbia recintata nella asserita qualità di... Leggi tutto...


Dichiarazione giudiziale di paternità: solo nel caso in cui sussistano gravi rischi per l’equilibrio del minore può essere respinta la richiesta di accertamento giudiziale della paternità
data pubb.: 12-12-2012

Articolo letto: 1324
Con la sentenza dell’11.09.2012, n. 15158 la Corte di Cassazione ha confermato il principio secondo cui in tema di dichiarazione giudiziale di paternità, potrà essere respinta la domanda di accertamento giudiziale della paternità ove venga ravvisata la contrarietà all'interesse del minore. Tale ipotesi sarà ravvisabile unicamente in caso di... Leggi tutto...


Notifica a persona giuridica: non è richiesto all’ufficiale giudiziario di ricercare presso la sede sociale il legale rappresentante
data pubb.: 11-12-2012

Articolo letto: 1776
Con la sentenza del 05.09.2012, n. 14865 la Corte di Cassazione ha precisato che in tema di notifica a persona giuridica non è richiesta, ai fini della sua validità, la previa ricerca da parte dell’ufficiale giudiziario, del legale rappresentante della società; ai fini della regolarità della notifica è, infatti, sufficiente che la consegna del... Leggi tutto...


Licenziamento: se il datore di lavoro resta contumace in primo grado non potrà più provare l’esistenza del requisito dimensionale di cui all’art. 18 della Legge n. 300/1970
data pubb.: 10-12-2012

Articolo letto: 1930
Con la sentenza del 04.09.2012, n. 14833 la Corte di Cassazione ha confermato il principio secondo cui, in materia di licenziamento, l'onere di provare l'esistenza del requisito occupazionale che impedisce l'applicazione della disciplina generale dell’art. 18 della L n. 300 del 1970, grava sul datore di lavoro, con la conseguenza che ove... Leggi tutto...


Danno da morte di congiunto: non è in re ipsa e deve essere allegato e provato.
data pubb.: 10-12-2012

Articolo letto: 1965
Con la sentenza del 06.09.2012, n. 14931 la Corte di Cassazione ha confermato l’orientamento secondo cui il danno non patrimoniale da uccisione di congiunto, in quanto tipico danno - conseguenza, non coincide con la lesione dell'interesse (non è, quindi, in re ipsa) e come tale deve essere allegato e provato da chi agisce al fine di ottenere il... Leggi tutto...


Divisione ereditaria: l'assegnazione delle quote uguali avviene mediante sorteggio
data pubb.: 05-12-2012

Articolo letto: 2771
Con la sentenza del 30.08.2012 n. 14713 la Corte di Cassazione ha affermato che, in materia di divisione ereditaria, a fronte della non contestazione della valutazione della consistenza delle quote deve farsi riferimento al sorteggio quale criterio ordinario per garantire il più possibile l'imparzialità in sede di attribuzione delle porzioni ai... Leggi tutto...


Consumatore: è vessatoria la clausola che prevede la competenza di un foro diverso da quello di residenza o domicilio del consumatore
data pubb.: 04-12-2012

Articolo letto: 1664
Con la sentenza del 28.08.2012 n. 14679 la Corte di Cassazione ha ribadito, a conferma del proprio consolidato orientamento, che nelle controversie tra consumatore e professionista la competenza territoriale esclusiva spetta al Giudice del luogo in cui il consumatore ha la residenza o il domicilio elettivo, dovendosi considerare vessatoria la... Leggi tutto...


Transazione: l'azione di annullamento si prescrive in cinque anni dal giorno in cui la falsità è accertata
data pubb.: 03-12-2012

Articolo letto: 2022
Con la sentenza del 27.08.2012 n. 14656 la Corte di Cassazione ha affermato che il termine di cinque anni entro il quale si prescrive l'azione volta ad ottenere l'annullamento, ai sensi e per gli effetti dell'art. 1973 c.c., della transazione che sia stata perfezionata, in tutto o in parte, sulla scorta di documenti che in seguito sono stati... Leggi tutto...


Avvocato: l'attività stragiudiziale prestata non in virtù di un mandato relativo alla difesa e rappresentanza in giudizio non può essere parcellata come attività giudiziale
data pubb.: 28-11-2012

Articolo letto: 2458
Con la sentenza del 22.08.2012 n. 14602 la Corte di Cassazione ha affermato che, in tema di liquidazione di diritti e onorari di avvocato, devono essere considerate prestazioni giudiziali non soltanto quelle che consistono nel compimento di veri e propri atti processuali ma anche quelle attività che si svolgono fuori del processo, a condizione... Leggi tutto...


Negozio fiduciario: per la sua conclusione non sono richieste formalità particolari
data pubb.: 27-11-2012

Articolo letto: 1594
Con la sentenza del 27.08.2012 n. 14654 la Corte di Cassazione ha affermato che il negozio fiduciario, con il quale un soggetto, fiduciante, trasferisce ad un altro soggetto, fiduciario, la titolarità di un diritto il cui esercizio viene limitato da un accordo tra le parti, il cd. pactum fiduciae, per uno scopo che il fiduciario si impegna a... Leggi tutto...


Avvocato: può essere sospeso se svolge la professione avvalendosi dell'ausilio di una società di consulenza
data pubb.: 27-11-2012

Articolo letto: 1521
Con la sentenza del 10.08.2012 n. 14374 le Sezioni Unite della Corte di Cassazione hanno affermato che è legittima la irrogazione della sanzione disciplinare della sospensione dall'attività per sei mesi nei confronti dell'avvocato che abbia svolto la professione avvalendosi dell'ausilio di una società di consulenza, con il compito di espletare... Leggi tutto...


Condominio: la trasfromazione di una porzione di tetto in terrazza ad uso esclusivo di un condomino non altera la destinazione del bene comune
data pubb.: 26-11-2012

Articolo letto: 1396
Con la sentenza del 03.08.2012 n. 14107 la Corte di Cassazione ha affermato che il condomino proprietario del piano sottostante al tetto comune può effettuare la trasformazione di una piccola porzione del tetto in terrazza ad uso esclusivo proprio, a condizione che sia salvaguardata, mediante adeguate opere di isolamento e coibentazione, la... Leggi tutto...


Società di persone: la mancata iscrizione nel registro delle imprese della perdita della qualità di socio non libera quest'ultimo da responsabilità per i debiti sorti dopo la sua esclusione
data pubb.: 24-11-2012

Articolo letto: 1262
Con la sentenza del 03.08.2012 n. 14002 la Corte di Cassazione ha affermato che la perdita della qualità di socio nella società di persone, in conseguenza di recesso, esclusione o cessione della partecipazione, integra una modifica dell'atto costitutivo ed è pertanto soggetta ad iscrizione nel registro delle imprese, a pena di inopponibilità ai... Leggi tutto...


Sentenza civile: gli effetti giuridici derivanti dalla pubblicazione decorrono dalla data del deposito in cancelleria
data pubb.: 21-11-2012

Articolo letto: 3183
Con la sentenza del 01.08.2012 n. 13794 la Corte di Cassazione ha precisato che, a norma dell'art. 133 c.p.c., la consegna da parte del giudice dell'originale della sentenza al cancelliere avvia il procedimento di pubblicazione della sentenza che si compie, senza soluzione di continuità, con la certificazione del deposito mediante l'apposizione... Leggi tutto...


Infortuni sul lavoro: la responsabilità del datore di lavoro è esclusa soltanto dal c.d. rischio elettivo
data pubb.: 21-11-2012

Articolo letto: 1730
Con la sentenza del 31.07.2012 n. 13701 la Corte di Cassazione ha ribadito il principio secondo cui le norme dettate in tema di prevenzione degli infortuni sul lavoro, volte ad impedire l'insorgenza di situazioni pericolose, sono dirette a tutelare il lavoratore non solo dagli incidenti derivanti dalla sua disattenzione, ma anche da quelli... Leggi tutto...


Cassazione: sussiste il vizio della omissione, insufficienza e contraddittorietà della motivazione se risulti accertato il mancato o inadeguato esame di punti decisivi della controversia o se sussiste un contrasto tra le argomentazioni
data pubb.: 14-11-2012

Articolo letto: 2953
Con la sentenza del 06.07.2012, 11402 la Corte di Cassazione ha ribadito il principio secondo cui il vizio di motivazione, sotto il profilo della omissione, insufficienza e contradditorietà della medesima, sussiste solo nel caso in cui, nel ragionamento del giudice di merito, siano rinvenibile tracce evidenti del mancato o insufficiente esame di... Leggi tutto...


Eccezione di inadempimento: è applicabile anche al contratto di prestazione d’opera professionale
data pubb.: 13-11-2012

Articolo letto: 7496
Con la sentenza del 05.07.2012, n. 11304 la Corte di Cassazione ha affermato che l'art. 1460 cod. civ. è applicabile anche al contratto di prestazione d'opera professionale, laddove sia riscontrabile un'apprezzabile violazione dell'obbligo di diligenza professionale nell'espletamento dell'incarico dal momento che la caratteristica del tipo... Leggi tutto...


Usucapione speciale: si applica anche se il terreno per cui è invocata è collocato nel livello inferiore del comune classificato montano
data pubb.: 12-11-2012

Articolo letto: 2141
Con la sentenza del 05.07.2012, n. 11312 la Corte di Cassazione ha ribadito che in tema di usucapione per la piccola proprietà rurale, l'art. 1159bis c.c. richiede che il fondo rustico con annesso fabbricato ricada in un Comune classificato montano dalla legge, con la conseguenza che ove il Comune presenti le caratteristiche altimetriche (almeno... Leggi tutto...


Locazione: il comproprietario non locatore può esigere dal conduttore la quota dei canoni corrispondente al suo diritto di proprietà
data pubb.: 08-11-2012

Articolo letto: 1696
Con la sentenza del 04.07.2012, n. 11135 le Corte di Cassazione a Sezioni Unite ha affermato che la locazione della cosa comune da parte di uno dei comproprietari rientra nell'ambito di applicazione della gestione di affari ed è soggetta alle regole di tale istituto, tra le quali quella di cui all'art. 2032 c.c., con la conseguenza che nel caso... Leggi tutto...


Prescrizioni presuntive: non operano nell’ipotesi in cui il credito fatto valere tragga origine da un contratto in forma scritta
data pubb.: 06-11-2012

Articolo letto: 4744
Con la sentenza del 04.07.2012, n. 11145 la Corte di Cassazione ha stabilito che, secondo il costante orientamento della giurisprudenza di legittimità, le prescrizioni presuntive trovano fondamento e ragione esclusivamente in quei rapporti che s'instaurano senza formalità ed in relazione ai quali il pagamento suole avvenire senza dilazione di... Leggi tutto...


Disposizione testamentaria: se è apocrifa può essere fatta valere la sua nullità
data pubb.: 05-11-2012

Articolo letto: 1500
Con la sentenza del 04.07.2012, n. 11195 la Corte di Cassazione ha affermato che l'art. 590 c.c., presuppone, per la sua operatività, l'oggettiva esistenza di una disposizione testamentaria che sia comunque frutto della volontà del de cuius, ipotesi che non sussiste nel caso in cui venga accertato in giudizio che la disposizione testamentaria è... Leggi tutto...


Fallimento: il credito vantato dallo Studio Associato non può essere ammesso al passivo fallimentare con privilegio
data pubb.: 31-10-2012

Articolo letto: 1874
Con l'ordinanza del 01.07.2012, n. 11052 la Corte di Cassazione ha ribadito il principio secondo cui la proposizione della domanda per ottenere l'ammissione al passivo fallimentare da parte di uno studio associato lascia presumere l'esclusione della personalità del rapporto d'opera professionale, e, dunque, l'inesistenza dei presupposti per il... Leggi tutto...


Costituisce titolo esecutivo anche la sentenza di condanna al pagamento di un credito non specificatamente determinato
data pubb.: 31-10-2012

Articolo letto: 3044
Con la sentenza del 02.07.2012, n. 11066 la Corte di Cassazione a Sezioni Unite, risolvendo il contrasto giurisprudenziale insorto, ha affermato che può essere considerato valido titolo esecutivo, ai sensi e per gli effetti dell'art. 474 c.p.c., anche la sentenza che contenga la condanna al pagamento di un credito non specificamente determinato... Leggi tutto...


Condominio: sono nulle le delibere assembleari che incidono sui diritti di un singolo condomino sulle parti di sua proprietà esclusiva
data pubb.: 23-10-2012

Articolo letto: 1647
Con la sentenza del 24.07.2012 n. 12930 la Corte di Cassazione ha affermato che deve ritenersi nulla la delibera di installazione dell'impianto di ascensore, approvata ed adottata nell'interesse comune, allorché essa implichi la violazione dei diritti anche di un solo condomino sulle parti di sua esclusiva proprietà, con la conseguenza che tale... Leggi tutto...


Ricorso per Cassazione: non è ammissibile se ha ad oggetto un'argomentazione che non rappresenti una ratio decidendi della sentenza impugnata
data pubb.: 23-10-2012

Articolo letto: 1570
Con la sentenza del 24.07.2012 n. 12930 la Corte di Cassazione ha confermato il principio secvondo cui è inammissibile il ricorso per cassazione che censuri un'argomentazione della pronuncia gravata svolta ad abundantiam e che, conseguentemente, non rappresenti una ratio decidendi della medesima, atteso che un'affermazione contenuta nella... Leggi tutto...


Condominio: la responsabilità solidale dell'acquirente di un immobile per il pagamento degli oneri condominiali a carico del venditore è limitata al biennio precedente l'acquisto
data pubb.: 19-10-2012

Articolo letto: 1640
Con la sentenza del 23.07.2012 n. 12841 la Corte di Cassazione, in tema di condominio, ha confermato il proprio orientamento secondo cui la responsabilità solidale dell'acquirente di una unità immobiliare per il pagamento dei contributi dovuti al condominio dal venditore è limitata al biennio precedente all'acquisto, trovando applicazione l'art.... Leggi tutto...


Enti locali: costituisce violazione del diritto alla riservatezza l'indicazione dei dati personali del dipendente pubblico nei confronti del quale è stato disposto il pignoramento dello stipendio
data pubb.: 19-10-2012

Articolo letto: 1325
Con la sentenza del 20.07.2012 n. 12726 la Corte di Cassazione ha affermato che, mentre a norma dell'art. 183 D. Lgs. n. 267 del 2000 (T.U. Enti Locali) è lecito indicare nelle deliberazioni adottate dal Consiglio comunale il nominativo di un pubblico dipendente nei cui confronti è stato disposto un pignoramento dello stipendio, atteso che la... Leggi tutto...


Notifica a mezzo posta: la mancata produzione dell'avviso di ricevimento comporta insussistenza della conoscibilità legale dell'atto cui tende la notificazione
data pubb.: 17-10-2012

Articolo letto: 1770
Con la sentenza del 20.07.2012 n. 12670 la Corte di Cassazione ha ribadito il principio secondo cui la notifica a mezzo del servizio postale non si esaurisce con la spedizione dell'atto, ma si perfeziona con la consegna del relativo plico al destinatario, e che l'avviso di ricevimento prescritto dall'art. 149 c.p.c. e dalle disposizioni della L.... Leggi tutto...


Conodminio: è legittima la delibera assembleare che stabilisce il godimento "turnario" della cosa comune
data pubb.: 16-10-2012

Articolo letto: 1452
Con la sentenza del 19.07.2012 n. 12485 la Corte di Cassazione ha affermato che, in materia di condominio, sono legittimi, ai sensi dell'art. 1102 c.c., sia l'utilizzazione della cosa comune da parte del singolo condomino con modalità particolari e diverse rispetto alla sua normale destinazione, a patto che si rispettino le concorrenti... Leggi tutto...


Studi di settore: limiti all'accertamento standardizzato
data pubb.: 15-10-2012

Articolo letto: 1742
Con la sentenza del 17.07.2012 n. 12346 la Corte di Cassazione ha confermato il principio secondo cui la procedura di accertamento tributario standardizzato mediante l'applicazione dei parametri o degli studi di settore costituisce un sistema di presunzioni semplici, la cui gravità, precisione e concordanza non è determinata ex lege dallo... Leggi tutto...


Locazione di immobili ad uso non abitativo: il diritto di prelazione e di riscatto sussistono solo nella fattispecie di compravendita
data pubb.: 15-10-2012

Articolo letto: 1657
Con la sentenza del 17.07.2012 n. 12230 la Corte di Cassazione ha affermato che, in materia di locazione di immobili urbani ad uso diverso da quello abitativo, il diritto di prelazione e quello succedaneo di riscatto previsti dagli artt. 38 e 39 L. 392/1978, sussistono solo nell’ipotesi in cui il trasferimento a titolo oneroso del bene locato... Leggi tutto...


Licenziamenti per riduzione del personale: è illegittima l’adozione di un unico criterio di scelta
data pubb.: 05-10-2012

Articolo letto: 1968
Con la sentenza del 22.06.2012, n. 10424 la Corte di Cassazione ha affermato i seguenti principi di diritto: a) l’indicazione nella comunicazione agli organismi sindacali di avvio della procedura di licenziamento per riduzione di personale, dei profili professionali del personale eccedente, a norma della L. n. 223 del 1991, art. 4, comma 3, non è... Leggi tutto...


Beni demaniali: il possesso è tutelato con l’azione di spoglio
data pubb.: 02-10-2012

Articolo letto: 3114
Con la sentenza del 15.06.2012, n. 9873 la Corte di Cassazione ha confermato il principio secondo cui a norma dell'art. 1145 c.c., comma II, il possesso dei beni appartenenti al demanio dello Stato, delle province e dei comuni e soggetti al regime dei beni demaniali è, in via eccezionale e per ragioni di ordine pubblico, tutelato - nei rapporti... Leggi tutto...


Responsabilità civile e danno non patrimoniale: se si prospetta un illecito riconducibile a fattispecie penale, spetta al giudice civile accertare incidenter tanutm la sussistenza degli elementi costitutivi del reato
data pubb.: 01-10-2012

Articolo letto: 1195
Con la sentenza dell’11.06.2012, n. 9445 la Corte di Cassazione ha affermato il principio di diritto secondo cui in tema di responsabilità civile e di richiesta di risarcimento del danno non patrimoniale, quando è prospettato un illecito, astrattamente riconducibile a fattispecie penalmente rilevanti, per il quale la risarcibilità del danno non... Leggi tutto...


Addebito: può essere pronunciato a fronte di violazioni molto gravi dei doveri nascenti dal matrimonio
data pubb.: 28-09-2012

Articolo letto: 1548
Con la sentenza del 04.06.2012, n. 8928 la Corte di Cassazione ha stabilito che qualora vengano in considerazione violazioni molto gravi dei doveri nascenti dal matrimonio il giudice può pronunciare non solo la separazione personale, in quanto le predette violazioni costituiscono cause determinanti la intollerabilità della convivenza, ma anche la... Leggi tutto...


Contributo al mantenimento dei minori: non è necessaria la prova dell’accrescimento delle esigenze della prole
data pubb.: 28-09-2012

Articolo letto: 1486
Con la sentenza del 04.06.2012, n. 8927 la Corte di Cassazione ha precisato che l’accrescimento delle esigenze della prole, in funzione del progredire degli anni, non abbisogna di specifica dimostrazione nel procedimento giudiziale volto ad ottenere l’incremento del contributo al mantenimento dei minori. Leggi tutto...


Fusione per incorporazione: la notifica è correttamente eseguita nei confronti della società incorporata
data pubb.: 26-09-2012

Articolo letto: 7934
Con la sentenza del 01.06.2012, n. 8945 la Corte di Cassazione ha ribadito che, per effetto delle sentenze della Corte Costituzionale n. 477 del 2002 e 28 del 2004, la notificazione a mezzo posta deve ritenersi tempestiva per il notificante al solo compimento delle formalità direttamente impostegli dalla legge. Tale principio si fonda... Leggi tutto...


Liquidazione della società: è possibile anche durante la fase della liquidazione escludere il socio
data pubb.: 25-09-2012

Articolo letto: 1576
Con la sentenza del 01.06.2012, n. 8860 la Corte di Cassazione ha confermato l’orientamento giurisprudenziale secondo cui durante la fase di liquidazione della società di persone, non vi sono ostacoli all'applicabilità dell'art. 2286 cod. civ., con la conseguente possibilità, anche durante lo stato di liquidazione, che il socio che si sia reso... Leggi tutto...


Separazione dei coniugi: l’addebito non esclude il contestuale risarcimento del danno
data pubb.: 24-09-2012

Articolo letto: 2108
Con la sentenza del 01.06.2012, n. 8862 la Corte di Cassazione ha ribadito che la violazione di diritti fondamentali della persona costituzionalmente garantiti, anche ai sensi dell'art. 2 Cost., incidendo su beni essenziali della vita, dà luogo a risarcimento di danni non patrimoniali ed ha precisato che la responsabilità tra coniugi o del... Leggi tutto...


Abbandono della casa famigliare: non costituisce violazione degli obblighi matrimoniali se determinato da una giusta causa
data pubb.: 21-09-2012

Articolo letto: 1400
Con la sentenza del 31.05.2012, n. 8773 la Corte di Cassazione ha ribadito il consolidato orientamento secondo cui l'abbandono della casa famigliare da parte di uno dei coniugi non costituisce una violazione degli obblighi matrimoniali e non comporta pronunce di addebito allorché sia determinato da giusta causa, debitamente comprovata, e... Leggi tutto...


Contratti bancari: l’obbligo di comunicazione della variazione delle condizioni contrattuali sussiste per l’istituto di credito solo se trattasi di modifiche unilaterali e sfavorevoli al correntista
data pubb.: 21-09-2012

Articolo letto: 1558
Con la sentenza del 29.05.2012, n. 8548 la Corte di Cassazione ha confermato il principio secondo cui, in materia di contratti bancari, ai sensi del combinato disposto della L. n. 154 del 1992, artt. 6 e 4 e D.Lgs. n. 385 del 1993, art. 118, in ipotesi di variazioni delle condizioni contrattuali in senso sfavorevole per il cliente, l'obbligo di... Leggi tutto...


Condominio: l’approvazione del consuntivo ha valore di riconoscimento di debito solo con riferimento alle poste passive specificatamente indicate
data pubb.: 20-09-2012

Articolo letto: 5677
Con la sentenza del 28.05.2012, n. 8498 la Corte di Cassazione, a conferma del consolidato orientamento giurisprudenziale, ha affermato che la deliberazione dell'assemblea di condominio che procede all'approvazione del rendiconto consuntivo emesso dell'amministratore ha valore di riconoscimento di debito solo in relazione alle poste passive... Leggi tutto...


Scrittura privata non autenticata: ha data certa se forma un corpo unico con il foglio sul quale è impresso il timbro postale
data pubb.: 20-09-2012

Articolo letto: 5531
Con la sentenza del 28.05.2012, n. 8438 la Corte di Cassazione ha confermato il principio secondo cui in tema di efficacia della scrittura privata nei confronti dei terzi, se la scrittura privata non autenticata forma un corpo unico con il foglio sul quale è impresso il timbro postale, la data risultante da quest'ultimo deve ritenersi data certa... Leggi tutto...


Obbligazione pecuniaria: il creditore non può rifiutare senza giustificato motivo il pagamento avvenuto con un sistema diverso dalla moneta avente corso legale
data pubb.: 18-09-2012

Articolo letto: 1517
Con la sentenza del 23.05.2012, n. 8374 la Corte di Cassazione, richiamando la pronuncia n. 13658 del 2010 delle Sezioni Unite, ha ribadito che il pagamento effettuato dal debitore con un sistema diverso dalla moneta avente corso legale nello Stato ma che assicuri al creditore la disponibilità della somma dovuta può essere rifiutato dal creditore... Leggi tutto...


Donazione: lo spirito di liberalità non è incompatibile con il rapporto conflittuale esistente tra le parti
data pubb.: 18-09-2012

Articolo letto: 1685
Con la sentenza del 21.05.2012, n. 8018 la Corte di Cassazione ha precisato che nel contratto di donazione lo spirito di liberalità che connota l'incremento del patrimonio altrui con depauperamento del proprio deve essere ravvisato nella consapevolezza del donante di attribuire al donatario un vantaggio patrimoniale in assenza di qualsivoglia... Leggi tutto...


Condominio: sono nulle le delibere con cui vengono stabiliti i criteri di ripartizione delle spese condominiali o modificati i criteri stessi
data pubb.: 17-09-2012

Articolo letto: 1635
Con la sentenza del 21.05.2012, n. 8010 la Corte di Cassazione ha ribadito che in materia di delibere condominiali occorre distinguere le delibere con le quali sono stabiliti i criteri di ripartizione ai sensi dell'art. 1123 c.c. ovvero sono modificati i criteri fissati in precedenza da quelle con le quali, nell'esercizio della attribuzioni... Leggi tutto...


Insidia stradale: la responsabilità per danno da cosa in custodia non esonera il danneggiato dall’onere di provare il fatto illecito ed i suoi elementi costitutivi
data pubb.: 17-09-2012

Articolo letto: 1461
Con la sentenza del 18.05.2012, n. 7937 la Corte di Cassazione ha confermato l’orientamento giurisprudenziale secondo cui la responsabilità prevista dall'art. 2051 c.c. - nel cui ambito va ricompresa anche la responsabilità per la omessa o incompleta manutenzione delle strade da parte degli enti pubblici a ciò preposti, tradizionalmente... Leggi tutto...


Illecito concorrenziale: la prova dell’illecito deve essere acquisita caso per caso analizzando nel complesso i comportamenti di mercato
data pubb.: 14-09-2012

Articolo letto: 1758
Con la sentenza del 18.05.2012, n. 7927 la Corte di Cassazione ha precisato che la prova dell'illecito concorrenziale debba essere acquisita dal giudice caso per caso con attenzione alla particolarità della vicenda che esamina: il comportamento anticoncorrenziale, infatti ed in linea di massima, non si estrinseca in uno o più contratti collegati... Leggi tutto...


Giuramento decisorio: non può essere ammesso per acquisire elementi probatori presuntivi
data pubb.: 14-09-2012

Articolo letto: 9243
Con la sentenza del 18.05.2012, n. 7863 la Corte di Cassazione ha ribadito il principio secondo cui la formula del giuramento decisorio deve essere tale che, a seguito della prestazione dello stesso, altro non resti che verificare l'an iuratum sit e senz'altro accogliere o respingere la domanda sul punto che di esso ha formato oggetto, con la... Leggi tutto...


Fondo patrimoniale: i beni costituiti nel fondo patrimoniale possono costituire oggetto di iscrizione ipotecaria solo in relazione all’inadempimento di obbligazioni assunte nell’interesse della famiglia
data pubb.: 07-09-2012

Articolo letto: 1396
Con la sentenza del 18.05.2012, n. 7880 la Corte di Cassazione ha confermato l’orientamento giurisprudenziale secondo cui rientrano nel concetto di atti di esecuzione non soltanto gli atti del processo di esecuzione stricto sensu, ma tutti i possibili effetti dell'esecutività del titolo e, pertanto, anche l'ipoteca iscritta sulla base... Leggi tutto...


Affidamento dei figli minori: le dichiarazioni rese dai minori devono essere adeguatamente valutate
data pubb.: 07-09-2012

Articolo letto: 1579
Con la sentenza del 17.05.2012, n. 7773 la Corte di Cassazione ha precisato che i provvedimenti in materia di affidamento dei figli minori non possono consistere in forzate sperimentazioni, nel corso delle quali le reali ed attuali esigenze della prole vengono sacrificate nel tentativo di conformare i comportamenti dei genitori a modelli... Leggi tutto...


Estinzione della società: i creditori sociali possono agire nei confronti dei soci solo se e nella misura in cui questi ultimi abbiano riscosso somme in base al bilancio finale di liquidazione
data pubb.: 27-07-2012

Articolo letto: 1565
Con la sentenza del 16.05.2012, n. 7676 la Corte di Cassazione ha confermato l'orientamento secondo cui la cancellazione della società determina l'immediata estinzione della società, indipendentemente dall'esaurimento dei rapporti giuridici a essa facenti capo e secondo cui si deve ritenere estinta la società che sia cancellata dal registro delle... Leggi tutto...


Subagenzia: l'assicuratore è responsabile ai sensi dell'art. 2049 c.c. per le condotte illecite poste in essere dal subagente
data pubb.: 26-07-2012

Articolo letto: 3842
Con la sentenza del 16.05.2012, n. 7634 la Corte di Cassazione ha precisato che la responsabilità del preponente ex art. 2049 c.c, sorge per il solo fatto dell'inserimento dell'agente cioè di colui che ha posto in essere la condotta dannosa nell'impresa, senza che assumano rilievo né la continuità dell'incarico affidatogli, né l'esistenza di un... Leggi tutto...


Prescrizione presuntiva: sussiste la rinuncia alla prescrizione presuntiva allorché sia riscontrata una incompatibilità assoluta tra il comportamento del debitore e la volontà di avvalersi della causa estintiva del diritto altrui
data pubb.: 24-07-2012

Articolo letto: 2627
Con la sentenza del 15.05.2012, n. 7527 la Corte di Cassazione ha precisato che la prescrizione presuntiva di cui all'art. 2956, comma I n. 2), c.c., anche se fondata su di una presunzione, è cosa ben diversa dalla presunzione stessa e, a differenza di questa, non è un mezzo di prova, ma incide direttamente sul diritto sostanziale limitandone la... Leggi tutto...


Interpretazione del contratto: per ricostruire la volontà delle parti oltre al tenore letterale occorre verificare il comportamento dei contraenti
data pubb.: 20-07-2012

Articolo letto: 1852
Con la sentenza del 14.05.2012, n. 7426 la Corte di Cassazione ha ribadito il principio secondo cui in tema di interpretazione del contratto la comune volontà delle parti deve essere ricostruita non solo sulla base del tenore letterale del contratto sottoscritto ma, altresì, alla luce del comportamento tenuto dai contraenti precisando che nel... Leggi tutto...


Appalto: i vizi e difetti rilevati in corso di causa possono anche non essere autonomamente denunciati
data pubb.: 18-07-2012

Articolo letto: 1977
Con la sentenza del 10.05.2012, n. 7179 la Corte di Cassazione ha precisato che ove in corso di causa dovessero essere accertati dal perito incaricato dal Giudice nuovi vizi o difetti del bene oggetto di appalto, tali vizi possono non essere autonomamente denunciati, posto che vengono accertati durante il giudizio e nel rispetto del... Leggi tutto...


Docenti precari: negato il diritto al risarcimento del danno per illegittima reiterazione dei contratti a termine.
data pubb.: 03-07-2012

Articolo letto: 1788
La Corte di Cassazione, con la sentenza n. 10127 depositata il 20 giugno 2012 ha negato il diritto dei docenti precari al risarcimento del danno per l'asserito abusivo utilizzo dello strumento dei contratti a termine sull'assunto che sia dalla normativa statale che da quella comunitaria è desumibile la piena legittimità del reclutamento del... Leggi tutto...


Esercizio del diritto di critica: non sussiste se la narrazione dei fatti non risponde al vero ed è preordinata ad attirare l'attenzione negativa dei lettori
data pubb.: 29-06-2012

Articolo letto: 1458
Con la sentenza dell'08.05.2012, n. 6902 la Corte di Cassazione, in materia di diffamazione a mezzo stampa, ha confermato il consolidato principio giurisprudenziale secondo cui l'esercizio del diritto di critica assume necessariamente connotazioni soggettive ed opinabili, in particolare nel caso in cui abbia ad oggetto lo svolgimento di pubbliche... Leggi tutto...


Danno da fermo tecnico: il risarcimento può essere liquidato anche in via equitativa ed in assenza di prova specifica
data pubb.: 28-06-2012

Articolo letto: 1614
Con la sentenza dell'08.05.2012, n. 6907 la Corte di Cassazione ha ribadito che il cosiddetto “danno da fermo tecnico” del veicolo (e cioè il danno patito dal proprietario del veicolo danneggiato a causa dell'impossibilità di poterlo utilizzare per il tempo necessario per la sua riparazione) può essere risarcito in via equitativa anche in assenza... Leggi tutto...


Corte d'Appello: il principio di immodificabilità del Collegio trova applicazione solo dal momento dell'apertura della discussione della causa sino al momento della deliberazione della decisione
data pubb.: 27-06-2012

Articolo letto: 2348
Con la sentenza del 07.05.2012, n. 6857 la Corte di Cassazione ha affermato che i collegi delle Corti di appello sono soggetti al principio dell'immutabilità del collegio, il quale, però, in quanto inteso unicamente ad assicurare che i giudici che pronunciano la sentenza siano gli stessi che hanno assistito alla discussione della causa, trova... Leggi tutto...


Locazione: l'autoriduzione del canone da parte del conduttore è illegittima
data pubb.: 26-06-2012

Articolo letto: 1771
Con la sentenza del 07.05.2012, n. 6850 ha ribadito che non è consentito al conduttore autoridursi il canone per pretesi controcrediti poiché tale condotta rappresenta un'alterazione del sinallagma contrattuale che determina uno squilibrio tra le prestazioni delle parti e ciò a prescindere dalla carenza di prova sulla sussistenza dei presupposti... Leggi tutto...


Appello: se il termine per l'impugnazione scade nella giornata di sabato è prorogato sino al lunedì
data pubb.: 26-06-2012

Articolo letto: 6640
Con la sentenza del 04.05.2012, n. 6728 la Corte di Cassazione ha confermato il principio secondo cui il termine per proporre l'appello deve essere qualificato come termine a decorrenza successiva, con la conseguenza che, ove il dies ad quem del medesimo vada a scadere nella giornata di sabato, esso è prorogato di diritto al primo giorno seguente... Leggi tutto...


Lavoro: ove sussista il vincolo di soggezione del lavoratore al potere direttivo, organizzativo e disciplinare del datore di lavoro il rapporto di lavoro è sicuramente subordinato
data pubb.: 21-06-2012

Articolo letto: 2119
Con la sentenza del 02.05.2012, n. 6643 la Corte di Cassazione ha confermato il principio secondo cui al fine di distinguere l'esistenza del rapporto di lavoro subordinato da quello autonomo, occorre verificare la sussistenza del vincolo di soggezione del lavoratore al potere direttivo, organizzativo e disciplinare del datore di lavoro, il quale... Leggi tutto...


Contratti relativi a strumenti finanziari negoziati fuori dei locali commerciali: la competenza territoriale è determinata sulla base delle regole dettate dal Codice del Consumo
data pubb.: 20-06-2012

Articolo letto: 1905
Con la sentenza del 16.04.2012, n. 5974 la Corte di Cassazione ha affermato che la competenza territoriale, in caso di controversie concernenti contratti negoziati fuori dei locali commerciali relativi a strumenti finanziari, è determinata ai sensi del D.Lgs. n. 206 del 2005, art. 63, atteso che l'art. 46 esclude l'applicabilità ai medesimi delle... Leggi tutto...


Mobilità tra amministrazioni pubbliche: opera il principio del riassorbimento dell'assegno ad personam
data pubb.: 19-06-2012

Articolo letto: 4565
Con la sentenza del 16.04.2012, n. 5959 la Corte di Cassazione ha condiviso l'orientamento giurisprudenziale secondo cui, nell'ambito del lavoro pubblico, nel caso di passaggio da una Amministrazione ad un'altra è assicurata, in assenza di speciali previsioni normative, la continuità giuridica del rapporto di lavoro e il mantenimento del... Leggi tutto...


Condominio: l'amministratore non può pretendere dai Condomini il pagamento di spese non deliberate dall'Assemblea condominiale
data pubb.: 19-06-2012

Articolo letto: 5695
Con la sentenza del 16.04.2012, n. 5984 la Corte di Cassazione ha confermato il principio secondo cui l'amministratore di condominio non ha, salvo quanto statuito dagli artt. 1130 e 1135 c.c. in materia di lavori urgenti ed indifferibili, un generale potere di spesa atteso che spetta all'assemblea condominiale il compito non solo di approvare il... Leggi tutto...


La responsabilità del Ministero della Sanità per la raccolta e distribuzione del sangue infetto.
data pubb.: 15-06-2012

Articolo letto: 1854
Con la sentenza del 27.04.2012, n. 6562 la Corte di Cassazione, valutando la responsabilità del Ministero della sanità per la raccolta e distribuzione di sangue infetto, ha rilevato che, fino a quando non erano conosciuti dalla scienza medica mondiale i virus dell'HBV (1978), HIV (1985), ed HCV (1988), proprio perchè l'evento infettivo da detti... Leggi tutto...


Recupero degli aiuti illegittimi: lo Stato è tenuto ad adottare ogni misura idonea ad assicurare il recupero degli aiuti illegittimi
data pubb.: 15-06-2012

Articolo letto: 1526
Con la sentenza del 27.04.2012, n. 6546 la Corte di Cassazione, richiamando alcune decisioni della Corte di giustizia CE, ha affermato che lo Stato membro destinatario di una decisione che gli impone di recuperare gli aiuti illegittimi è tenuto, ai sensi dell'art. 249 CE, ad adottare ogni misura idonea ad assicurare l'esecuzione di tale decisione... Leggi tutto...


Licenziamento: è legittimo anche se nella lettera di recesso non è esplicitamente richiamato il comportamento che lo ha determinato
data pubb.: 14-06-2012

Articolo letto: 1444
Con la sentenza del 27.04.2012, n. 6560 la Corte di Cassazione ha precisato che ove il licenziamento venga intimato in relazione allo svolgimento da parte del dipendente di attività incompatibile con lo status di pubblico dipendente e che di tale comportamento sia stata fatta menzione nella lettera di contestazione, il licenziamento medesimo è da... Leggi tutto...


Licenziamento: il giudice deve valutare la gravità dei fatti addebitati e la proporzionalità tra tali fatti e la sanzione inflitta
data pubb.: 14-06-2012

Articolo letto: 1728
Con la sentenza del 26.04.2012, n. 6498 la Corte di Cassazione ha ribadito il principio secondo cui per stabilire in concreto l'esistenza di una giusta causa di licenziamento, che deve rivestire il carattere di grave negazione degli elementi essenziali del rapporto di lavoro, ed in particolare di quello fiduciario, il giudice deve valutare, da un... Leggi tutto...


Risarcimento danni: la domanda di risarcimento svolta dall'attore è, per regola generale, riferita a tutte le voci possibili di danno
data pubb.: 13-06-2012

Articolo letto: 5503
Con la sentenza del 24.04.2012, n. 6474 la Corte di Cassazione ha ribadito il principio secondo cui in tema di risarcimento dei danni da responsabilità contrattuale ed extracontrattuale, la tendenziale unitarietà del diritto al risarcimento ed il suo riflesso processuale, costituito dall'ordinaria infrazionabilità del giudizio di liquidazione,... Leggi tutto...


Procedura civile: il giudice del lavoro deve esplicitare le ragioni in base alle quali ritenga di fare o meno ricorso ai poteri istruttori
data pubb.: 13-06-2012

Articolo letto: 1787
Con la sentenza del 23.04.2012, n. 6337 la Corte di Cassazione ha confermato il principio secondo cui nel rito del lavoro, ai sensi di quanto disposto dagli artt. 421 e 437 c.p.c., l'esercizio del potere d'ufficio del giudice, pur in presenza di già verificatesi decadenze o preclusioni e pur in assenza di una esplicita richiesta delle parti in... Leggi tutto...


Infortuni sul lavoro: il datore di lavoro deve adottare ogni cautela per tutelare la sicurezza del lavoratore
data pubb.: 12-06-2012

Articolo letto: 1645
Con la sentenza del 23.04.2012, n. 6337 la Corte di Cassazione ha chiarito che la previsione normativa contenuta nell'art. 2087 c.c. (avente una funzione sussidiaria ed integrativa delle misure protettive da adottare a garanzia del lavoratore) è riferita ad ogni tipo di misura utile a tutelare il diritto soggettivo dei lavoratori ad operare in un... Leggi tutto...


Esecuzione forzata: la quietanza di pagamento non può essere opposta al creditore pignorante ove sia priva di data certa
data pubb.: 12-06-2012

Articolo letto: 2933
Con la sentenza del 20.04.2012, n. 6265 la Corte di Cassazione ha affermato il principio in forza del quale la quietanza di pagamento non può essere opposta al creditore pignorante allorché sia priva di data certa ed ha precisato, altresì, che la prova della data certa non può essere desunta dalla data della fattura concernente il pagamento del... Leggi tutto...


Divorzio: l'allegazione di nuovi documenti nel rito camerale è legittima purché sia rispettato il principio del contraddittorio
data pubb.: 11-06-2012

Articolo letto: 1911
Con la sentenza del 13.04.2012, n. 5876 la Corte di Cassazione ha confermato l'orientamento secondo cui nel rito camerale di cui alla L. n. 898 del 1970, art. 4, comma 12, l'allegazione di documenti può eseguirsi anche oltre i termini fissati a tal fine purché sulla produzione si possa considerare instaurato un pieno e completo contraddittorio. Leggi tutto...


La proposizione di un separato giudizio nei confronti del terzo non esclude la possibilità per il giudice di disporre la riunione delle cause
data pubb.: 11-06-2012

Articolo letto: 1518
Con la sentenza del 13.04.2012, n. 5890 la Corte di Cassazione ha stabilito che la parte decaduta dalla facoltà di chiamare in causa un'altra parte può legittimamente proporre contro questa un separato giudizio e, nel caso in cui si verifichi tale ipotesi, il giudice può, avvalendosi del proprio potere discrezionale, disporre la riunione delle... Leggi tutto...


Docenti precari: la Corte d'Appello di Roma condanna il MIUR
data pubb.: 08-06-2012

Articolo letto: 1834
La Corte d'Appello di Roma, con la sentenza n. 270/12 depositata il 13 marzo 2012, ha condannato il Ministero dell'Istruzione al risarcimento del danno in favore del docente precario a fronte dell'illegittima reiterazione della stipula dei contratti a termine. Leggi tutto...


Notifica: la consegna dell'atto alla “persona di famiglia” non è valida solo nel caso in cui quest'ultima si trovi occasionalmente nell'abitazione del destinatario
data pubb.: 07-06-2012

Articolo letto: 1618
Con la sentenza dell'11.04.2012, n. 5729 la Corte di Cassazione ha precisato che la consegna dell'atto da notificare "a persona di famiglia", secondo il disposto dell'art. 139 c.p.c., non postula necessariamente il solo rapporto di parentela - cui è da ritenersi equiparato quello di affinità - né l'ulteriore requisito della convivenza del... Leggi tutto...


Figlio naturale: il rifiuto al riconoscimento non esclude il dovere del genitore all’istruzione, mantenimento ed educazione del figlio naturale
data pubb.: 07-06-2012

Articolo letto: 5486
Con la sentenza del 10.04.2012, n. 5652 la Corte di Cassazione ha confermato l'orientamento secondo cui l'obbligo del genitore naturale di concorrere al mantenimento del figlio insorge con la nascita dello stesso, ancorché la procreazione sia stata successivamente accertata con un provvedimento giudiziale posto che la sentenza dichiarativa della... Leggi tutto...


Lavoro: il danno derivante dalla violazione dell'obbligo di fedeltà non è in re ipsa
data pubb.: 06-06-2012

Articolo letto: 2088
Con la sentenza del 04.04.2012, n. 5365 la Corte di Cassazione ha stabilito che ai fini della configurabilità di una violazione dell'obbligo di fedeltà previsto dall'art. 2105 c.c., che si specifica nel divieto di concorrenza a carico del prestatore di lavoro subordinato (divieto che riguarda non già la concorrenza che il prestatore, dopo la... Leggi tutto...


Danno non patrimoniale: non si avrà duplicazione di risarcimento nel caso in cui le voci di danno non patrimoniale vengano considerate e quantificate separatamente
data pubb.: 05-06-2012

Articolo letto: 1855
Con la sentenza del 02.04.2012, n. 5230 la Corte di Cassazione ha confermato l'orientamento giurisprudenziale secondo cui il danno non patrimoniale derivante dalla lesioni dell'integrità fisica del lavoratore, identificato nella sommatoria di danno biologico (all'integrità fisica) e danno morale (consistente nella sofferenza per l'ingiuria fisica... Leggi tutto...


Fallimento: la fallibilità del socio di società di persone non dipende dal suo coinvolgimento personale nella gestione aziendale
data pubb.: 05-06-2012

Articolo letto: 3548
Con la sentenza del 02.04.2012, n. 5260 la Corte di Cassazione ha evidenziato che con la riforma della Legge Fallimentare viene assai rafforzata la tesi per la quale la fallibilità del socio di una società di persone è del tutto indipendente dall'essere egli coinvolto personalmente nella gestione dell'impresa dipendendo, di contro ed unicamente,... Leggi tutto...


Accertamento fiscale: i files contenenti “contabilità non ufficiale” costituiscono elemento probatorio valutabile dal giudice
data pubb.: 04-06-2012

Articolo letto: 1590
Con la sentenza del 30.03.2012, n. 5226 la Corte di Cassazione ha confermato il principio secondo cui in tema di accertamento dell'IVA, i documenti informatici (cosiddetti "files"), estrapolati legittimamente dai computers dell'imprenditore, nei quali sia contenuta contabilità non ufficiale, costituiscono, in quanto scritture dell'impresa... Leggi tutto...


Omessa denuncia IVA: l'Ufficio delle imposte può servirsi di qualsiasi elemento probatorio ai fini dell'accertamento del reddito
data pubb.: 04-06-2012

Articolo letto: 1435
Con la sentenza del 30.03.2012, n. 5213 la Corte di Cassazione ha ribadito che nelle ipotesi di omessa presentazione della dichiarazione da parte del contribuente, la legge abilita l'Ufficio delle imposte a servirsi di qualsiasi elemento probatorio ai fini dell'accertamento del reddito e, quindi, a determinarlo anche con metodo induttivo ed anche... Leggi tutto...


Assegno di divorzio: la situazione reddituale dei coniugi deve essere valutata in concreto
data pubb.: 01-06-2012

Articolo letto: 1559
Con la sentenza del 30.03.2012, n. 5177 la Corte di Cassazione ha confermato il principio secondo cui il presupposto per l'attribuzione dell'assegno di divorzio è la mancata disponibilità da parte del soggetto istante di adeguati redditi propri, intesi come redditi idonei non già a consentire un livello di vita dignitoso, ma ad assicurare il... Leggi tutto...


Affidamento condivisivo: la mera conflittualità tra coniugi preclude l'affidamento condiviso se comporta un disagio non tollerabile per i minori
data pubb.: 01-06-2012

Articolo letto: 1410
Con la sentenza del 29.03.2012, n. 5108 la Corte di Cassazione partendo dal presupposto che, in tema di separazione personale, la regola prioritaria dell'affidamento condiviso dei figli ad entrambi i genitori, prevista dall'art. 155 c.c., è, ai sensi dell'art. 155 bis c.c., comma 1, derogabile solo ove la sua applicazione risulti contraria... Leggi tutto...


La tardiva presentazione del modello DM/10 configura evasione fiscale
data pubb.: 31-05-2012

Articolo letto: 1790
Con la sentenza del 27.03.2012, n. 4918 la Corte di Cassazione ha confermato l'orientamento giurisprudenziale secondo cui in tema di obbligazioni contributive nei confronti delle gestioni previdenziali ed assistenziali, la tardiva presentazione del modello DM/10, recante la dettagliata indicazione dei contributi previdenziali da versare,... Leggi tutto...


Contratti a termine: la reiterazione è legittima se il contratto collettivo prevede una ipotesi particolare di assunzione a termine nel periodo di ferie
data pubb.: 31-05-2012

Articolo letto: 1328
Con la sentenza del 27.03.2012, n. 4909 la Corte di Cassazione ha precisato che ove il contratto collettivo preveda una ipotesi particolare di assunzione a termine per sostituire dipendenti in ferie, tale previsione è da ritenersi valida costituendo l'esame congiunto delle parti sociali sulle necessità del mercato del lavoro idonea garanzia per i... Leggi tutto...


Fallimento: il creditore che non ha ricevuto l'avviso ex art. 92 L. Fall. non è tenuto a sopportare le spese conseguenti alla tardiva presentazione della domanda di ammissione al passivo
data pubb.: 30-05-2012

Articolo letto: 2104
Con la sentenza del 19.03.2012 n. 4310 la Corte di Cassazione ha ribadito che, in materia di insinuazione tardiva allo stato passivo ai sensi dell’art. 101, ultimo comma, L. Fall., il creditore a cui l’avviso ex art. 92 della predetta legge non sia pervenuto o sia stato comunicato con un ritardo tale che non gli abbia consentito di provvedere... Leggi tutto...


Pubblica Amministrazione: incorre in responsabilità civile ex art. 2043 c.c. se agisce con grave negligenza, mala fede e scorrettezza
data pubb.: 30-05-2012

Articolo letto: 3413
Con la sentenza del 16.03.2012 n. 4215, la Corte di Cassazione ha affermato che l’imputazione della responsabilità civile della Pubblica Amministrazione può discendere dall’adozione e dall’esecuzione di un atto illegittimo assunto in violazione delle regole di imparzialità, correttezza e buona fede, ma non può avvenire sulla scorta del mero dato... Leggi tutto...


Appello: è valida la notifica perfezionatasi successivamente alla scadenza del termine di impugnazione ove il comportamento del destinatario abbia impedito la notifica nei termini di legge
data pubb.: 29-05-2012

Articolo letto: 1800
Con la sentenza del 26.03.2012, n. 4842 la Corte di Cassazione ha ribadito che, nelle ipotesi in cui un primo tentativo di notifica per ragioni obiettivamente non imputabili al notificante, non sia andato a buon fine, il notificante medesimo possa di propria iniziativa e senza adire il giudice richiedere all'ufficiale giudiziario la ripresa del... Leggi tutto...


Mediazione: per il diritto al compenso non è necessario il conferimento espresso dell'incarico
data pubb.: 29-05-2012

Articolo letto: 1721
Con la sentenza del 26.03.2012, n. 4830 la Corte di Cassazione ha confermato il principio secondo cui, in tema di mediazione, presupposto essenziale del diritto al compenso non è necessariamente il conferimento espresso dell'incarico, quanto piuttosto la circostanza che il mediatore abbia di fatto svolto un'attività utile per la conclusione... Leggi tutto...


Mediazione: se vi sono più mediatori ciascuno di essi ha diritto ad una quota della provvigione
data pubb.: 18-05-2012

Articolo letto: 1676
Con la sentenza del 16.03.2012 n. 4228 la Corte di Cassazione, confermando il proprio consolidato orientamento, ha ribadito che, in tema di mediazione, a norma dell’art. 1758 c.c. quando l’affare si è concluso con l’intervento di più mediatori, congiunto o distinto, concordato od autonomo, in base allo stesso o a più incarichi, ognuno dei... Leggi tutto...


Coppie gay: anche i loro componenti sono titolari del diritto alla vita familiare
data pubb.: 18-05-2012

Articolo letto: 1604
Con la sentenza del 15.03.2012 n. 4184 la Corte di Cassazione ha affermato che i componenti della coppia omosessuale, conviventi in una stabile relazione di fatto, pur non potendo far valere nè il diritto a contrarre matrimonio nè il diritto alla trascrizione del matrimonio celebrato all’estero, possono adire l’autorità giudiziaria per far valere... Leggi tutto...


Ricorso per Cassazione: il vizio di motivcazione deve consistere in un errore intrinseco al ragionamento del Giudice
data pubb.: 17-05-2012

Articolo letto: 1557
Con la sentenza del 15.03.2012 n. 4149, la Corte di Cassazione ha affermato che la dedotta erroneità della decisione per vizio di motivazione ai sensi dell’art. 360, n. 5, c.p.c. non può basarsi sulla ricostruzione soggettiva dei fatti che il ricorrente formuli procedendo ad una diversa lettura del materiale probatorio, atteso che tale indagine... Leggi tutto...


Agenzia: l'indennità di cessazione del rapporto deve essere compensativa del merito dimostrato dall'agente
data pubb.: 17-05-2012

Articolo letto: 1644
Con la sentenza del 15.03.2012 n. 4149, la Corte di Cassazione ha affermato che, in materia di contratto di agenzia, a seguito della sentenza della Corte di Giustizia delle Comunità Europee del 23 marzo 2006 interpretativa degli artt. 17 e 19 della direttiva 86/653, ai fini della quantificazione dell’indennità di cessazione del rapporto spettante... Leggi tutto...


Compravendita: danno da "ritardo"
data pubb.: 14-05-2012

Articolo letto: 1796
Con la sentenza del 14.03.2012 n. 4074 la Corte di Cassazione ha affermato che l’accettazione incondizionata di una prestazione tardiva comporta per l’acquirente unicamente la rinuncia a far valere, in futuro, i vizi dell’opera. Il Supremo Collegio ha precisato, infatti, che l’accettazione incondizionata della prestazione tardiva non determina,... Leggi tutto...


Agenzia: la corresponsione dell'indennità di fine rapporto non priva l'agente del diritto a chiedere il risarcimento dei danni ulteriori
data pubb.: 14-05-2012

Articolo letto: 1915
Con la sentenza del 14.03.2012 n. 4042 la Corte di Cassazione ha affermato che l’indennità di cessazione del rapporto di agenzia, prevista dall’art. 1751 c.c., svolge la duplice funzione di risarcimento del danno subito dall’agente a seguito della cessazione del rapporto e di pagamento di un corrispettivo per l’incremento patrimoniale apportato... Leggi tutto...


Prova testimoniale: l'ammissibilità della prova testimoniale oltre i limiti previsti dall'art. 2721 c.c. deve essere tempestivamente eccepita
data pubb.: 02-05-2012

Articolo letto: 2587
Con la sentenza del 13.03.2012, n. 3959 la Corte di Cassazione ha statuito che, poiché i limiti di valore sanciti dall'art. 2721 c.c. riguardo all'ammissibilità della prova testimoniale non attengono all'ordine pubblico ma sono dettati nell'esclusivo interesse delle parti private, qualora la prova venga ammessa in primo grado oltre i limiti... Leggi tutto...


Pubblicità medica: l'abrogazione delle norme in materia di pubblicità sanitaria si applica anche all’attività svolta in forma societaria
data pubb.: 02-05-2012

Articolo letto: 1980
Con la sentenza del 09.03.2012, n. 3717 la Corte di Cassazione ha affermato il principio secondo cui l'abrogazione generale contenuta nell'art. 2, lettera b), della L. n. 248 del 2006, nella quale è sicuramente compresa l'abrogazione delle norme in materia di pubblicità sanitaria, di cui alla L. n. 175 del 1992, prescinde dalla natura... Leggi tutto...


Termini processuali: le inadempienze del procuratore sono imputabili alla parte rappresentata
data pubb.: 02-05-2012

Articolo letto: 1705
Con la sentenza del 07.03.2012, n. 3581 la Corte di Cassazione ha affermato che, nel caso in cui la parte sta in giudizio con il ministero di un procuratore legalmente esercente la propria attività, quest'ultimo ne ha la rappresentanza nel procedimento con la conseguenza che gli atti e le omissioni del procuratore sono riferibili alla parte da... Leggi tutto...


Dichiarazione congiunta dei redditi: la moglie è legittimata a proporre autonoma impugnazione per contestare gli accertamenti fiscali a carico del marito
data pubb.: 27-04-2012

Articolo letto: 1600
Con la sentenza del 07.03.2012, n. 3526 la Corte di Cassazione ha confermato l'orientamento secondo cui nel caso di dichiarazione congiunta dei redditi da parte dei coniugi, a norma dell'art. 17 della Legge 13.04.1977, n. 114 la moglie, coniuge codichiarante, è legittimata a proporre autonoma impugnazione per contestare gli accertamenti a carico... Leggi tutto...


Vendita: l’esistenza di oneri derivanti da procedimenti di regolarizzazione urbanistico-edilizia non costituisce onere non apparente se è stata menzionata nell'atto di compravendita
data pubb.: 27-04-2012

Articolo letto: 1512
Con la sentenza del 06.03.2012, n. 3464 la Corte di Cassazione ha affermato il principio secondo cui l'art. 1489 c.c. a norma del quale se la cosa venduta è gravata da oneri o da diritti reali o personali non apparenti che ne diminuiscono il libero godimento e non sono stati dichiarati nel contratto, il compratore che non ne abbia avuto... Leggi tutto...


IRAP: è dovuta quando sussiste il requisito dell'autonoma organizzazione
data pubb.: 27-04-2012

Articolo letto: 1786
Con la sentenza del 05.03.2012, n. 3434 la Corte di Cassazione ha ribadito che ai fini IRAP ricorre il requisito dell'autonoma organizzazione allorché il contribuente: a) sia, sotto qualsiasi forma, il responsabile dell'organizzazione, e non sia quindi inserito in strutture organizzative riferibili ad altrui responsabilità ed interesse; b)... Leggi tutto...


Responsabilità solidale: l'art. 2055 c.c. non si applica ove non è possibile stabilire in concreto chi ha causato l'evento dannoso
data pubb.: 26-04-2012

Articolo letto: 7361
Con la sentenza del 05.03.2012, n. 3424 la Corte di Cassazione ha affermato il principio secondo cui affinché trovi applicazione l'art. 2055 c.c. è necessaria la prova che il fatto dannoso sia imputabile a più persone, nel senso che esista un rapporto di causalità tra tutte le condotte commissive o omissive degli agenti e l'evento lesivo con la... Leggi tutto...


Fallimento: sono prededucibili i crediti contratti da organi diversi da quelli concorsuali purchè soddisfino gli scopi della procedura concorsuale
data pubb.: 26-04-2012

Articolo letto: 3971
Con la sentenza del 05.03.2012, n. 3402 la Corte di Cassazione ha precisato che il disposto dell'art. 111 della Legge Fallimentare secondo cui "sono considerati crediti prededucibili quelli qualificati da una specifica disposizione di legge, e quelli sorti in occasione o in funzione delle procedure concorsuali di cui alla presente legge; tali... Leggi tutto...


Libretti postali: in presenza di minori o interdetti il rimborso può avere luogo solo previa autorizzazione del giudice tutelare
data pubb.: 26-04-2012

Articolo letto: 1970
Con la sentenza del 05.03.2102, n. 3393 la Corte di Cassazione ha statuito che il rimborso sui libretti nominativi postali intestati a minori o interdetti soggiace alle norme del codice civile con la conseguenza che il rimborso medesimo potrà essere effettuato a favore del genitore solo in presenza dell'autorizzazione da parte del giudice... Leggi tutto...


Cassazione: si applica lo ius superveniens ai giudizi di legittimità purché pertinente rispetto alle questioni poste dalle parti
data pubb.: 26-04-2012

Articolo letto: 4789
Con la sentenza del 02.03.2012, n. 3305 la Corte di Cassazione ha precisato che nel giudizio di legittimità lo ius superveniens che abbia introdotto una nuova disciplina del rapporto controverso può applicarsi purchè pertinente rispetto alle questioni poste in ricorso, atteso che i principi generali dell'ordinamento in materia di processo per... Leggi tutto...


Docenti precari: la Corte d'Appello di Torino riconosce il diritto agli scatti di anzianità
data pubb.: 23-04-2012

Articolo letto: 2101
Depositate le sentenze n.ri 45 e 111 del 2011 con le quali la Corte d'Appello di Torino ha riconosciuto il diritto agli scatti per anzianità di servizio del docente precario. Leggi tutto...


Prelazione: non spetta all'affittuario d'azienda ammessa alla cassa integrazione se non ha occupato almeno 15 dipendenti
data pubb.: 23-04-2012

Articolo letto: 1948
Con la sentenza del 01.03.2012, n. 3225 la Corte di Cassazione ha confermato il principio secondo cui la disposizione normativa contenuta nell'art. 3, comma IV, della Legge n. 223 del 1991, che prevede che "l'imprenditore che a titolo d'affitto abbia assunto la gestione, anche parziale, di aziende ed imprese assoggettate alle procedure di cui al... Leggi tutto...


Fallimento: il coobligato solidale deve insinuarsi al passivo con riserva nel caso in cui abbia pagato solo parzialmente il debito del fallito
data pubb.: 23-04-2012

Articolo letto: 1840
Con la sentenza del 01.03.2012, n. 3216 la Corte di Cassazione ha affermato che, ove il coobligato solidale abbia pagato in data successiva alla dichiarazione di fallimento del debitore principale il debito di quest'ultimo, il coobligato medesimo può, in via di surrogazione o regresso, sostituire il proprio credito a quello già insinuato o che... Leggi tutto...


Interpretazione del contratto: se il senso letterale delle espressioni utilizzate dai contraenti è chiaro ed univoco non è necessario valutare il comportamento delle parti
data pubb.: 30-03-2012

Articolo letto: 1600
Con la sentenza del 27.02.2012, n. 2979 la Corte di Cassazione ha stabilito che qualora il giudice del merito abbia ritenuto il senso letterale delle espressioni utilizzate dai contraenti (eventualmente confrontato con la ratio complessiva d'una pluralità di clausole) idoneo a rivelare con chiarezza ed univocità la comune volontà dei contraenti... Leggi tutto...


Conferimento in conto capitale: per distinguerlo dal finanziamento soci occorre verificare le concrete modalità con cui è stato attuato
data pubb.: 28-03-2012

Articolo letto: 2380
Con la sentenza del 23.02.2012, n. 2758 la Corte di Cassazione ha chiarito le modalità sulla base delle quali stabilire quando si è in presenza di un versamento in conto capitale di rischio e quando, invece, le somme versate dai soci alla società configurano un vero e proprio rapporto di mutuo (o a questo comunque assimilabile) ribadendo che... Leggi tutto...


Associazione in partecipazione: non si configura la fattispecie giuridica se l’associato non partecipa al rischio d’impresa e se non ha autonomia decisionale
data pubb.: 28-03-2012

Articolo letto: 1608
Con la sentenza 21.02.2012, n. 2496 la Corte di Cassazione ha ribadito il principio secondo cui, in tema di distinzione fra contratto di associazione in partecipazione con apporto di prestazione lavorativa da parte dell'associato e contratto di lavoro subordinato con retribuzione collegata agli utili dell'impresa, l'elemento differenziale tra le... Leggi tutto...


Fallimento: è riconosciuta l’ammissione privilegiata del credito del professionista anche se riferita ad attività svolta oltre il biennio
data pubb.: 27-03-2012

Articolo letto: 1929
Con la sentenza del 20.02.2012, n. 2446 la Corte di Cassazione ha precisato che ai fini dell'applicazione dell'art. 2751 bis c.c., n. 2 (a norma del quale le retribuzioni dei professionisti e di ogni altro prestatore d’opera intellettuale dovute per gli ultimi due anni di prestazione hanno privilegio generale sui beni mobili) le prestazioni... Leggi tutto...


Lavoro: non sono computati a fini previdenziali i rimborsi a pié di lista
data pubb.: 27-03-2012

Articolo letto: 1539
Con la sentenza del 20.02.2012, n. 2419 la Corte di Cassazione ha affermato il principio secondo cui l'onere probatorio del datore di lavoro che invochi l'esclusione dall'imponibile contributivo delle erogazioni in favore dei lavoratori effettuate a titolo di rimborso spese per l’utilizzo di un veicolo è assolto documentando i rimborsi... Leggi tutto...


Impresa artigiana: il giudice di merito è libero di sindacare la sussistenza dei requisiti a prescindere dalla previa impugnazione in sede amministrativa
data pubb.: 26-03-2012

Articolo letto: 1472
Con la sentenza del 20.02.2012, n. 2418 la Corte di Cassazione ha ribadito che il sistema che regola l'obbligo di pagamento della contribuzione previdenziale è improntato al carattere meramente ricognitivo dei provvedimenti di classificazione dei datori di lavoro (ossia della loro inclusione o iscrizione nell'uno o nell'altro settore) posto che a... Leggi tutto...


Lavoro: il datore di lavoro può cedere i crediti che vanta nei confronti dello Stato ma deve osservare i requisiti di forma e sostanza previsti dalla legge
data pubb.: 26-03-2012

Articolo letto: 1547
Con la sentenza 20.02.2012, n. 2414 la Corte di Cassazione ha ribadito il principio secondo cui affinché si possa considerare valida ed efficace la cessione, da parte dei datori di lavoro, dei crediti maturati nei confronti dello Stato (o di altre pubbliche amministrazioni o di enti pubblici economici) con i debiti previdenziali in essere nei... Leggi tutto...


Contratti bancari: il contratto di mutuo è nullo se sottoscritto fuori dai locali commerciali dell’istituto di credito
data pubb.: 23-03-2012

Articolo letto: 2180
Con la sentenza del 03.02.2012 n. 1584 la Corte di Cassazione ha affermato che un piano finanziario con erogazione di un mutuo, con previsione dell’utilizzo della somma mutuata per l’acquisto di obbligazioni e di una quota di un fondo comune di investimento, con costituzione in pegno in favore della banca, a garanzia della restituzione del mutuo,... Leggi tutto...


Rito tributario: l’omessa notificazione di un atto presupposto comporta la nullità dell’atto successivo
data pubb.: 23-03-2012

Articolo letto: 2730
Con la sentenza del 02.02.2012, n. 1532 la Corte di Cassazione ha affermato che in materia tributaria l’omessa notificazione di un atto presupposto costituisce vizio procedurale che comporta la nullità dell’atto successivo, con la conseguenza che l’azione del contribuente diretta a fare valere la suddetta nullità può essere svolta... Leggi tutto...


Regime patrimoniale della famiglia: acquisto di beni a titolo personale
data pubb.: 23-03-2012

Articolo letto: 1711
Con la sentenza del 02.02.2012 n. 1523 la Corte di Cassazione ha affermato che la dichiarazione del coniuge con cui, in occasione della stipula del contratto di compravendita, manifesta il consenso per la destinazione personale del bene acquistato dal coniuge si atteggia diversamente a seconda che la personalità del bene dipenda dal pagamento del... Leggi tutto...


Imposta di registro "prima casa"
data pubb.: 14-03-2012

Articolo letto: 1655
Con la sentenza del 02.02.2012, n. 1530 la Corte di Cassazione ha precisato che interviene decadenza dai benefici tributari per l'acquisto della prima casa allorquando il contribuente non possa dimostrare di risiedere o lavorare nel Comune ove è ubicato l'immobile oggetto di agevolazioni. La Suprema Corte ha, altresì, affermato che la residenza... Leggi tutto...


Società: anche per l'amministratore è configurabile un rapporto di lavoro subordinato
data pubb.: 14-03-2012

Articolo letto: 2992
Con la sentenza del 01.02.2012, n. 1424 la Corte di Cassazione ha affermato che la qualifica di amministratore di una società commerciale non è di per sé incompatibile con la condizione di lavoratore subordinato alle dipendenze della stessa società, precisando che affinché sia configurabile un rapporto di lavoro subordinato è necessario che colui... Leggi tutto...


Avvocato: non è contraddittore necessario nel giudizio di appello in cui viene chiesta la riforma della sentenza che abbia distratto le spese processuali a suo favore
data pubb.: 08-03-2012

Articolo letto: 1921
Con la sentenza del 31.01.2012, n. 1371 la Corte di Cassazione ha ribadito il principio già affermato dalle Sezioni Unite con la pronuncia del 07 luglio 2010, n. 16037 secondo cui qualora in primo grado il giudice abbia distratto in favore dell'avvocato le spese processuali riconosciute alla parte vittoriosa che l'avvocato rappresenta,... Leggi tutto...


Lavoro: spetta al giudice di merito valutare la proporzionalità della sanzione disciplinare rispetto alla condotta del lavoratore
data pubb.: 07-03-2012

Articolo letto: 1833
Con la sentenza del 31.01.2012, n. 1405 la Suprema Corte ha ribadito che compete al giudice di merito valutare i fatti relativi alla proporzionalità della sanzione espulsiva rispetto alla condotta addebitata al lavoratore con riferimento a tutte le circostanze del caso concreto: tale valutazione ha luogo secondo un apprezzamento di fatto che non... Leggi tutto...


Avvocato: la cancellazione dall’albo per motivi disciplinari interrompe il giudizio
data pubb.: 07-03-2012

Articolo letto: 1597
Con la sentenza del 31.01.2012, n. 1355 la Corte di Cassazione ha affermato il principio secondo cui la cancellazione del difensore dall'albo professionale per motivi disciplinari è riconducibile, in virtù di interpretazione estensiva, alle ipotesi di interruzione del processo previste dall’art. 301 c.p.c. in quanto assimilabile a quelle della... Leggi tutto...


Divorzio: l’indennità di fine rapporto spettante all’ex coniuge è ancorata alla durata del matrimonio.
data pubb.: 06-03-2012

Articolo letto: 2687
Con la sentenza del 31.01.2012, n. 1348 la Corte di Cassazione ha ribadito il principio secondo cui ai fini della determinazione della quota dell'indennità di fine rapporto spettante all’ex coniuge (ai sensi dell’art. 12bis della Legge n. 898/1970), il legislatore si è ancorato ad un dato giuridicamente certo ed irreversibile quale la durata del... Leggi tutto...


Condominio: sono vietate le innovazioni che alterino in modo visibile la struttura dell’immobile
data pubb.: 06-03-2012

Articolo letto: 1476
Con la sentenza del 30.01.2012, n. 1326 la Corte di Cassazione ha affermato il principio secondo cui ai fini della tutela prevista dall’art. 1120, comma II, c.c. affinché si configuri la mancata osservanza del divieto di innovazioni sulle parti comuni dell'edificio condominiale, devono essere alterate, in modo visibile e significativo, la... Leggi tutto...


Condominio: il singolo condomino è responsabile solo in proporzione alla sua quota
data pubb.: 05-03-2012

Articolo letto: 1572
Con la sentenza del 30.01.2012, n. 1289 la Corte di Cassazione, ha ribadito il principio secondo cui, anche con riferimento ai rapporti esterni, la responsabilità del condomino è solo parziale in proporzione alla sua quota, con la conseguenza che il titolo esecutivo intervenuto nei confronti del Condominio non può essere validamente azionato nei... Leggi tutto...


Docenti precari: il Tribunale di Torino condanna nuvoamente il MIUR a corrispondere gli scatti di anzianità
data pubb.: 05-03-2012

Articolo letto: 1692
Depositato il dispositivo della sentenza pronunciata dal Tribunale di Torino, Sezione Lavoro, in data 01.03.2012 con cui è stato confermato il diritto del docente precario a percepire gli scatti biennali di anzianità nella misura del 2,50%. Leggi tutto...


Spese legali: il rigetto o l’omessa pronuncia sull’istanza di distrazione delle spese deve essere impugnata con il procedimento di correzione degli errori materiali
data pubb.: 28-02-2012

Articolo letto: 2045
Con la sentenza del 30.01.2012, n. 1301 la Corte di Cassazione ha precisato che in caso di omessa pronuncia sull'istanza di distrazione delle spese proposta dal difensore ovvero in caso di rigetto dell’istanza medesima, il rimedio esperibile, in assenza di un'espressa indicazione legislativa, è costituito dal procedimento di correzione degli... Leggi tutto...


Immobili: ha natura reale il diritto all’uso dell’area destinata a parcheggio
data pubb.: 28-02-2012

Articolo letto: 1541
Con la sentenza del 27.01.2012, n. 1214 la Corte di Cassazione ha confermato il principio secondo cui il diritto all'uso dell'area pertinente ad un fabbricato per parcheggio dell'auto ha natura reale e pertanto si prescrive decorsi vent'anni dall'acquisto dell'unità immobiliare cui si riferisce. Leggi tutto...


Comodato: il comodatario che decide di affrontare spese straordinarie nel proprio interesse non può pretendere il rimborso del comodante
data pubb.: 24-02-2012

Articolo letto: 3314
Con la sentenza del 27.01.2012, n. 1216 la Corte di Cassazione ha confermato il principio secondo cui l'assegnazione della casa coniugale ad un coniuge, in seguito alla separazione, non fa venir meno, in analogia a quanto dispone la L. 27 luglio 1978, n. 392, art. 6, il contratto di comodato, con la conseguenza che permane l'applicazione della... Leggi tutto...


Fondo patrimoniale: in caso di revocatoria entrambi i coniugi sono legittimati passivi nel giudizio
data pubb.: 24-02-2012

Articolo letto: 2817
Con la sentenza del 27.01.2012, n. 1242 la Corte di Cassazione ha confermato il principio secondo cui la natura reale del vincolo di destinazione impresso dalla costituzione del fondo patrimoniale in vista del soddisfacimento dei bisogni della famiglia e la conseguente necessità che la sentenza faccia stato nei confronti di tutti coloro per i... Leggi tutto...


Trasferimento di ramo d’azienda: è legittimo se la cessione riguarda un’entità economica dotata di autonomia e indipendenza
data pubb.: 23-02-2012

Articolo letto: 2522
Con la sentenza 26.01.2012, n. 1085 la Corte di Cassazione ha confermato il principio secondo cui in materia di trasferimento di ramo di azienda, tanto la normativa comunitaria (direttive CE nn. 98/50 e 2001/23) quanto la legislazione nazionale (art. 2112 c.c., comma 5, sostituito dal D.Lgs. 10 settembre 2003, n. 276, art. 32), perseguono il fine... Leggi tutto...


Lavoro: l’indennità di ferie non godute è assoggettabile a contribuzione previdenziale
data pubb.: 23-02-2012

Articolo letto: 2145
Con la sentenza del 26.01.2012, n. 1101 la Corte di Cassazione ha ribadito che l'indennità di ferie non godute è assoggettabile a contribuzione previdenziale a norma della L. n. 153 del 1969, art. 12, atteso che ha un carattere retributivo e gode della garanzia prestata dall'art. 2126 c.c., a favore delle prestazioni effettuate con violazione di... Leggi tutto...


Atti pubblici: la veridicità e l’esattezza delle dichiarazioni delle parti possono essere accertate e contrastate con tutti i mezzi di prova consentiti dalla legge
data pubb.: 22-02-2012

Articolo letto: 2018
Con la sentenza del 24.01.2012, n. 943 la Corte di Cassazione ha confermato il principio secondo cui l'atto pubblico fa piena prova, fino a querela di falso, della provenienza del documento dal pubblico ufficiale che lo ha formato nonché delle dichiarazioni delle parti e degli altri fatti che il pubblico ufficiale attesta avvenuti in sua presenza... Leggi tutto...


Fondo patrimoniale: non ha effetto nei confronti di terzi nel caso in cui il pignoramento immobiliare o l’ipoteca siano state trascritte precedentemente all’annotazione del fondo a margine dell’atto di matrimonio
data pubb.: 22-02-2012

Articolo letto: 1592
Con la sentenza del 24.01.2012, n. 933 la Corte di Cassazione ha ribadito che la costituzione del fondo patrimoniale prevista dall'art. 167 c.c., così come stabilito dall'art. 162 cod. civ. per tutte le convenzioni matrimoniali, è opponibile ai terzi esclusivamente a partire dalla data dell'annotazione a margine dell'atto di matrimonio nei... Leggi tutto...


Associazione temporanea di imprese: sono nulli gli accordi modificativi delle prestazioni contrattuali successivi alla stipula del contratto di appalto
data pubb.: 20-02-2012

Articolo letto: 2156
Con la sentenza del 23.01.2012, n. 837 la Corte di Cassazione ha precisato che l'essenza giuridica dell'associazione temporanea di imprese è caratterizzata da un vincolo associativo occasionale, temporaneo e limitato, costituito in vista dell'aggiudicazione e dell'esecuzione di opere pubbliche concesse in appalto, nel cui ambito non si realizza... Leggi tutto...


Affidamento condiviso: non esclude che il minore possa essere prevalentemente collocato presso uno dei genitori
data pubb.: 20-02-2012

Articolo letto: 1477
Con la sentenza del 20.01.2012, n. 785 la Corte di Cassazione, partendo dal presupposto che la locuzione “affidamento condiviso dei figli” sottintende un affidamento ad entrambi i genitori fondato sul loro pieno consenso in merito alla gestione dei figli, ha confermato che ciò non esclude che il minore possa essere prevalentemente collocato... Leggi tutto...


Responsabilità aggravata: colui che invoca la responsabilità aggravata deve esporre compiutamente i fatti sui quali si basa
data pubb.: 17-02-2012

Articolo letto: 1843
Con la sentenza del 18.01.2012, n. 691 la Corte di Cassazione ha precisato che la tutela azionata ai sensi dell'art. 96 c.p.c. presuppone, in ogni caso, il rispetto delle regole che presidiano la corretta instaurazione del contraddittorio, prima tra tutte quella della compiuta allegazione dei fatti costitutivi della pretesa. Secondo la Suprema... Leggi tutto...


Contratto di agenzia: anche gli emolumenti percepiti dall’agente possono essere pignorati nel limite del quinto
data pubb.: 17-02-2012

Articolo letto: 3100
Con la sentenza del 18.01.2012, n. 685 la Corte di Cassazione ha ribadito che i limiti previsti dall'art. 545 c.p.c. relativi alla cessione, al sequestro ed al pignoramento delle somme dovute in dipendenza del rapporto di lavoro, ivi compreso il rapporto di agenzia, si applicano indistintamente al settore pubblico e privato ed il pignoramento... Leggi tutto...


Interpretazione del contratto: le singole clausole devono essere considerate in correlazione tra loro.
data pubb.: 16-02-2012

Articolo letto: 1540
Con la sentenza del 17.01.2012, n. 546 la Corte di Cassazione ha confermato il principio secondo cui il significato da assegnare alla formulazione letterale del contratto deve essere verificato alla luce dell'intero contesto negoziale, con la conseguenza che le singole clausole devono essere considerate in correlazione tra di loro, dovendosi... Leggi tutto...


Rimborso di imposta: il contribuente può usufruire del termine di 48 mesi per la presentazione dell’istanza
data pubb.: 16-02-2012

Articolo letto: 1532
Con la sentenza del 12.01.2012 n. 260 la Corte di Cassazione ha confermato il consolidato principio secondo il quale il più ampio termine di decadenza per la presentazione dell’istanza di rimborso di imposta richiesta con riferimento al “versamento diretto”, stabilito dalla L. n. 388 del 2000 in 48 mesi decorrenti dalla data del versamento in... Leggi tutto...


IRAP: è dovuta se sussiste il requisito dell'autonoma organizzazione
data pubb.: 15-02-2012

Articolo letto: 1614
Con la sentenza del 12.01.2012 n. 251 la Corte di Cassazione ha precisato che l’esercente un’arte o una professione è soggetto all’IRAP nella misura in cui sussista il presupposto dell’autonoma organizzazione, che è costituita dall’insieme di risorse, capitali, mezzi e lavoro altrui suscettibile di conferire un incremento di capacità... Leggi tutto...


Condominio: l'assemblea condominiale può decidere la rimozione dell'impianto per l'antenna centralizzata
data pubb.: 15-02-2012

Articolo letto: 1507
Con la sentenza del 11.01.2012 n. 144 la Corte di Cassazione ha confermato il consolidato principio secondo il quale l’antenna centralizzata per la ricezione di caratteri televisivi, pur essendo cosa comune ai sensi dell’art. 1117, n. 3, c.c., non costituisce di per sé bene comune, se non in quanto idonea a soddisfare l’interesse dei condomini a... Leggi tutto...


Cessione del credito: può essere ceduto anche il credito al risarcimento dei danni da sinistro stradale
data pubb.: 13-02-2012

Articolo letto: 1719
Con la sentenza del 10.01 2012 n. 51 la Corte di Cassazione ha ribadito il principio secondo cui anche il credito al risarcimento di danni patrimoniali derivanti da sinistro stradale può costituire oggetto di cessione, non essendo esso di natura strettamente personale né sussistendo alcun specifico divieto normativo al riguardo. La Suprema Corte... Leggi tutto...


Procedura civile: il Giudice del rinvio deve attenersi ai principi di diritto enunciati dalla Corte di Cassazione
data pubb.: 13-02-2012

Articolo letto: 2062
Con la sentenza del 09.01.2012 n. 30 la Corte di Cassazione ha affermato che la sentenza del Giudice del rinvio che non si sia attenuto, come invece era suo obbligo fare, al principio di diritto enunciato nella sentenza con rinvio della Suprema Corte è illegittima. La Corte di legittimità ha, infatti, precisato che qualora in una sentenza della... Leggi tutto...


Docenti precari: la Corte d'Appello di Torino condanna nuovamente il MIUR a corrispondere gli scatti di anzianità
data pubb.: 10-02-2012

Articolo letto: 2267
Con la sentenza parziale n. 111 del 01.02.2012 la Corte d'Appello di Torino, confermando la sentenza di primo grado, ha condannato il M.I.U.R. a corrispondere alla docente precaria le somme maturate a titolo di scatti di anzianità anche nel caso in cui l'insegnante abbia ricoperto durante il servizio prestato "cattedre di fatto". La Corte... Leggi tutto...


Matrimonio: il recesso ingiustificato dalla promessa di matrimonio non determina il risarcimento dei danni non patrimoniali
data pubb.: 10-02-2012

Articolo letto: 1853
Con la sentenza del 02.01.2012 n. 9 la Corte di Cassazione ha precisato che la rottura della promessa di matrimonio formale e solenne, quale è quella risultante dalle pubblicazioni matrimoniali, senza giustificato motivo configura violazione delle regole di correttezza e autoresponsabilità, ma non costituisce né illecito extracontrattuale,... Leggi tutto...


Abuso di posizione dominante: spetta alla Corte d'Appello la competenza in ordine al risarcimento del danno
data pubb.: 10-02-2012

Articolo letto: 2728
Con la sentenza del 30.12.2011 n. 30175 la Corte di Cassazione ha affermato che, in base alla previsione dell’art. 33 della Legge n. 287 del 1990, che attribuisce alla Corte d’Appello territorialmente competente il compito di provvedere in ordine alle azioni di nullità e risarcimento dei danni per violazione delle norme antimonopolistiche, spetta... Leggi tutto...


Transazione: il condebitore in solido ne beneficia solo se ha avuto ad oggetto l'intero debito e non una quota di esso
data pubb.: 09-02-2012

Articolo letto: 2314
Con la sentenza del 30.12.2011 n. 30174 la Corte di Cassazione ha affermato che il debitore che non sia stato parte della transazione stipulata dal creditore con un altro condebitore in solido non può beneficiare della stessa se risulti che, in applicazione dei criteri legali di interpretazione del contratto, la transazione ha avuto ad oggetto... Leggi tutto...


Perdita di chances: la somma corrisposta per il risarcimento del danno non ha natura reddituale
data pubb.: 09-02-2012

Articolo letto: 1798
Con la sentenza del 29.12.2011 n. 29579 la Corte di Cassazione ha precisato che la somma corrisposta a titolo di risarcimento del danno da perdita di chances non ha natura reddituale e, pertanto, non costituisce una ricchezza imponibile. La Suprema Corte ha, infatti, ribadito il consolidato principio secondo cui la perdita di chances, che nel... Leggi tutto...


IRAP: l'impiego di lavoro altrui non occasionale costituisce circostanza sufficiente a ritenere sussistente il requisito impositivo dell'autonoma organizzazione
data pubb.: 31-01-2012

Articolo letto: 1719
Con la sentenza del 28.12.2011 n. 29128 la Corte di Cassazione ha precisato che in tema di IRAP il ricorso al lavoro altrui per la fornitura di tutti i servizi necessari, quali ad esempio i servizi di segreteria, che avvenga in forma continuativa e rilevante integra il presupposto dell’esercizio abituale di una attività autonomamente organizzata,... Leggi tutto...


Litisconsorzio necessario: la violazione delle norme sulla notificazione in caso di integrazione del contraddittorio non costituisce nullità sanabile
data pubb.: 31-01-2012

Articolo letto: 2589
Con la sentenza del 23.12.2011 n. 28640 la Corte di Cassazione ha affermato che, in tema di integrazione del contraddittorio in giudizi caratterizzati da litisconsorzio necessario, la violazione delle norme che disciplinano il procedimento di notificazione comporta nullità che, tuttavia, è sanabile attraverso la rinnovazione dell’atto di... Leggi tutto...


Intermediari finanziari: sussiste l'obbligo di forma scritta unicamente per il contratto di definizione dei servizi offerti dall'intermediario
data pubb.: 27-01-2012

Articolo letto: 1641
Con la sentenza del 22.12.2011 n. 28432 la Corte di Cassazione ha precisato che, in materia di prestazione di servizi di investimento, la quale di regola si svolge secondo una sequenza che prevede la stipulazione di un contratto, cosiddetto contratto – quadro, volto a disciplinare i termini dello svolgimento successivo del rapporto, a cui fanno... Leggi tutto...


Fallimento: permane la competenza del Giudice del lavoro per le azioni esperite dal lavoratore non aventi ad oggetto il pagamento di una somma di denaro
data pubb.: 27-01-2012

Articolo letto: 3254
Con la sentenza del 22.12.2011 n. 28211 la Corte di Cassazione, in adesione ad un consolidato orientamento della Corte stessa, ha ribadito che nella circostanza in cui il lavoratore abbia agito in giudizio chiedendo la dichiarazione di illegittimità del licenziamento nei confronti di imprenditore dichiarato poi fallito nel corso del giudizio,... Leggi tutto...


Notaio: deve garantire la personale esecuzione dell'attività di formazione dell'atto
data pubb.: 27-01-2012

Articolo letto: 1506
Con la sentenza del 21.12.2011 n. 28023 la Corte di Cassazione ha affermato che il notaio che stipuli un numero di atti tale da non garantire la personale e completa esecuzione di tutte le fasi in cui si articola l’attività notarile incorre nella violazione dei principi di personalità e qualità della prestazione, che risultano strettamente... Leggi tutto...


Locazione: il ritardo nel rilascio dell'immobile, seppure concordato con il locatore, non esime dall'obbligo di corrispondere il canone di locazione
data pubb.: 24-01-2012

Articolo letto: 1746
Con la sentenza del 20.12.2011 n. 27561 la Corte di Cassazione ha affermato che, in materia di locazione di immobile ad uso abitativo, la concorde fissazione di una data di rilascio dell’immobile eccedente la scadenza contrattuale non esime il conduttore dall’obbligo di corrispondere il canone di locazione in favore del locatore anche per il... Leggi tutto...


Pubblico impiego: non opera la disciplina sul cumulo della pensione con il reddito da lavoro dettata per il settore privato
data pubb.: 24-01-2012

Articolo letto: 2840
Con la sentenza del 15.12.2011 n. 27041 la Corte di Cassazione ha affermato che la nuova disciplina in materia di cumulo tra pensione e reddito da lavoro, dettata dall’art. 72 della L. n. 388 del 2000 e dall’art. 44 della L. n. 289 del 2002, in forza della quale le pensioni di anzianità sono state ritenute interamente cumulabili con i redditi da... Leggi tutto...


Locazione: il mancato pagamento di un solo canone di locazione non giustifica la risoluzione per inadempimento del contratto di locazione
data pubb.: 20-01-2012

Articolo letto: 2737
Con la sentenza del 13.12.2011, n. 26709 la Corte di Cassazione ha stabilito che l'inadempimento in ordine ad un solo canone di locazione, alla data di notifica dell'atto di intimazione di sfratto, non è talmente grave da giustificare la risoluzione del contratto con la conseguenza che tale risoluzione non potrà essere dichiarata a meno che non... Leggi tutto...


Genitori: sono responsabili del fatto illecito compiuto dai figli minori se non dimostrano di avere impartito una buona educazione e di avere esercitato una adeguata vigilanza
data pubb.: 20-01-2012

Articolo letto: 1457
Con la sentenza del 06.12.2011, n. 26200 la Corte di Cassazione ha confermato che i criteri in base ai quali va imputata ai genitori la responsabilità per gli atti illeciti compiuti dai figli minori consistono sia nel potere-dovere di esercitare la vigilanza sul comportamento dei figli stessi sia soprattutto nell'obbligo di svolgere adeguata... Leggi tutto...


Docenti precari: il Tribunale di Torino ha condannato nuovamente il MIUR
data pubb.: 19-01-2012

Articolo letto: 1770
Depositato il dispositivo della sentenza pronunciata dal Tribunale di Torino, Sezione Lavoro, in data 10.01.2012 con cui è stato confermato il diritto della docente precaria a percepire gli scatti biennali di anzianità anche nel caso in cui l'insegnante avesse ricoperto "cattedre di fatto". Leggi tutto...


Docenti precari: la Corte d'Appello di Torino condanna il MIUR a corrispondere gli scatti di anzianità
data pubb.: 19-01-2012

Articolo letto: 2055
Con la sentenza parziale n. 45 del 18.01.2012 la Corte d'Appello di Torino, in riforma della sentenza di primo grado, ha condannato il M.I.U.R. a corrispondere alla docente precaria le somme maturate a titolo di scatti di anzianità anche nel caso in cui l'insegnante abbia ricoperto durante il servizio prestato "cattedre di fatto". La Corte... Leggi tutto...


Responsabilità dell'Amministrazione per fatto lesivo del dipendente: sussiste se l'attività posta in essere dal lavoratore è riferibile alla P.A.
data pubb.: 18-01-2012

Articolo letto: 1629
Con la sentenza del 06.12.2011, n. 25946 la Corte di Cassazione ha confermato il principio secondo cui affinché ricorra responsabilità della pubblica amministrazione per un fatto lesivo posto in essere dal proprio dipendente - responsabilità il cui fondamento risiede nel rapporto di immedesimazione organica - deve sussistere, oltre al nesso di... Leggi tutto...


Lesione all'integrità psico-fisica: il grado di invalidità non coincide automaticamente con la riduzione della capacità lavorativa specifica
data pubb.: 18-01-2012

Articolo letto: 1763
Con la sentenza del 05.12.2011, n. 26000 la Corte di Cassazione ha stabilito che il grado di invalidità di una persona determinato dai postumi permanenti di una lesione all'integrità psico-fisica dalla medesima subita, non si riflette automaticamente nella stessa misura sulla riduzione percentuale della capacità lavorativa specifica e quindi di... Leggi tutto...


Concorso di colpa: l’art. 1227 c.c. impone un comportamento diligente in capo al creditore
data pubb.: 17-01-2012

Articolo letto: 2547
Con la sentenza 02.12.2011, n. 25854 la Corte di Cassazione ha precisato che l'art. 1227 c.c, comma 2, non si limita ad imporre un qualsiasi comportamento soggettivamente inteso ad evitare o ridurre il danno, ma impone un comportamento diligente in capo al creditore con la conseguenza che affinché la norma in questione trovi applicazione non è... Leggi tutto...


Contratto a favore di terzo: non è sufficiente che il terzo riceva un vantaggio economico indiretto
data pubb.: 17-01-2012

Articolo letto: 2026
Con la sentenza del 02.12.2011, n. 25816 la Corte di Cassazione ha stabilito che per la configurabilità di un contratto a favore di terzi non è sufficiente che il terzo riceva un vantaggio economico indiretto dal contratto intervenuto tra altri soggetti essendo, invece, necessario che questi ultimi abbiano inteso direttamente... Leggi tutto...


Avvocati: obbligato a corrispondere il compenso professionale non è necessariamente colui che ha rilasciato la procura alle liti
data pubb.: 16-01-2012

Articolo letto: 3667
Con la sentenza del 02.12.2011, n. 25816 la Corte di Cassazione ha precisato che obbligato a corrispondere il compenso professionale al difensore per l'opera professionale prestata, se ed in quanto la stessa sia stata svolta, non è necessariamente colui che ha rilasciato la procura alle liti, potendo anche essere colui che ha conferito al legale... Leggi tutto...


Procedimento disciplinare dell'avvocato: alle decisioni dei Consigli dell'Ordine non sono applicabili le norme dettate dal codice di procedura civile.
data pubb.: 16-01-2012

Articolo letto: 1513
Con la sentenza a Sezioni Unite del 02.12.2011, n. 25763 la Suprema Corte ha ribadito il principio secondo cui il procedimento disciplinare che si svolge davanti ai Consigli territoriali dell'ordine degli avvocati, a differenza di quello davanti ai Consiglio nazionale forense, ha natura amministrativa e non giurisdizionale con la conseguenza che... Leggi tutto...


Docenti precari: il Tribunale di Torino condanna nuovamente il MIUR
data pubb.: 10-01-2012

Articolo letto: 1748
Il Tribunale di Torino in data 13.12.2011 ha pronunciato la sentenza con la quale ha condannato nuovamente il MIUR a corrispondere alle docenti precarie le somme maturate a titolo di scatti biennali di anzianità nonché le retribuzioni maturate nel periodo estivo. Leggi tutto...


ARCHIVIO

Menu
Menu