-

Lavoro: il datore è obbligato a concedere i tre giorni di permesso mensili per assistere il portatore di handicap

Con pronuncia del 29 settembre 2017 la Corte di Cassazione ha chiarito che, come espressamente previsto della L. n. 104 del 1992, art. 33, è il datore di lavoro, e non l'ente previdenziale, il soggetto destinatario dell'obbligo della concessione di tre giorni di permesso mensile retribuito a favore del lavoratore che assiste una persona con handicap grave o parente o affine entro il terzo grado e convivente. A tanto consegue la legittimazione passiva della parte datrice anche in ordine alla pretesa risarcitoria scaturente dalla dedotta violazione dell'obbligo di concessione dei permessi in questione.

Allegati:
FileDescrizioneDimensione del File
Scarica questo file (Cass. 22925 del 2017.doc)Cass. 22925 del 2017.doc 45 kB
Menu
Menu